Ieri parenti ed amici hanno ricordato Eleonora Girolimini nel giorno del suo 41° compleanno. Sono passati quasi due anni da quella tragica notte in cui Eleonora ha perso la vita, insieme a cinque minorenni, nella strage di Corinaldo. L’emergenza Coronavirus non ha fermato la voglia di ricordare la...

Ieri parenti ed amici hanno ricordato Eleonora Girolimini nel giorno del suo 41° compleanno. Sono passati quasi due anni da quella tragica notte in cui Eleonora ha perso la vita, insieme a cinque minorenni, nella strage di Corinaldo. L’emergenza Coronavirus non ha fermato la voglia di ricordare la giovane mamma attraverso una videoconferenza a cui ha partecipato anche il Prefetto di Ancona Antonio d’Acunto. A presentare l’incontro, la figlia Gemma, che quella maledetta sera si trovava insieme a mamma Eleonora e babbo Paolo alla Lanterna Azzurra. L’ultimo gesto di amore di Eleonora è stato per lei: l’ha spinta in modo che non fosse schiacciata dalla folla, salvandole la vita. L’incontro si è aperto sulle note di ’12 luci’, mentre nel monitor scorrevano le foto di una famiglia felice, momenti che non torneranno più, ma che nessuno potrà mai cancellare dal cuore di chi li ha vissuti. Il piccolo Alessandro e le gemelline Dora e Alma hanno voluto ricordare la mamma con un disegno, poi prima Alma e poi Dora hanno letto un pensiero che ha commosso quanti portano ancora Eleonora nel cuore. "Ti ricordiamo ogni giorno attraverso i tuoi figli", il ricordo della mamma. A ricordarla, da giovane prima e da mamma poi, in un ritratto perfetto è stata cognata Luigina Bucci, che dopo la strage di Corinaldo si è impegnata per formare il Cogeu (Comitato Genitori Uniti) di cui è anche Presidente. Visibilmente commosso dall’affetto dimostrato è stato il marito Paolo, che ha ringraziato ancora una volta tutti per la vicinanza.