Torna "Madre Lengua": lo spettacolo dialettale protagonista all’Astra

La Compagnia Avenale di Cingoli presenta "Mamma mia che purgatoriu", una commedia divertente sui vizi e sulla possibilità di uscire dal purgatorio. Una riflessione sui peccati che commettiamo tutti, con la regia di Maria Teresa Valenti.

Nuovo appuntamento con la rassegna di teatro dialettale ‘Madre Lengua’, organizzata dalla compagnia I Gira…Soli di Castelfidardo. Questa sera (ore 21) al Teatro Astra la Compagnia Avenale di Cingoli mette in scena la divertente commedia ‘Mamma mia che purgatoriu’, con la regia di Maria Teresa Valenti. Tutto nasce dall’idea della regista di ‘rappresentare’ il purgatorio, ‘luogo di espiazione, dove i vizi vengono analizzati e giudicati, dove non esiste la perfezione, ma neanche la condanna assoluta. In fondo, prima o poi, c’è una via d’uscita sicura. I vari personaggi mettono sotto la lente vari peccati che, più o meno, commettiamo tutti’.