La polizia locale davanti alle scuole per disciplinare il traffico
La polizia locale davanti alle scuole per disciplinare il traffico
"Sono molto soddisfatta di come si è svolto il primo giorno di servizio del trasporto scolastico: non è stato semplice riorganizzare tutto in due giorni, ma c’è stato un grande lavoro da parte del Comune e degli uffici per ripartire in tempo utile e ridurre al minimo i disagi dopo l’inadempienza della Tundo". A parlare è il primo cittadino di Falconara, Stefania...

"Sono molto soddisfatta di come si è svolto il primo giorno di servizio del trasporto scolastico: non è stato semplice riorganizzare tutto in due giorni, ma c’è stato un grande lavoro da parte del Comune e degli uffici per ripartire in tempo utile e ridurre al minimo i disagi dopo l’inadempienza della Tundo". A parlare è il primo cittadino di Falconara, Stefania Signorini, dopo che ieri gli scuolabus hanno ripreso a viaggiare per le strade della città per accompagnare gli studenti in classe. Fuori dai plessi, in prossimità degli orari di entrata e uscita degli alunni, presente anche il personale della polizia locale e i volontari per disciplinare traffico e sicurezza. Non è stata una settimana semplice, la scorsa, a fronte del caos scaturito dopo che l’azienda Tundo non era stata in grado di fornire i pulmini necessari al trasferimento di circa 300 utenti.

Un problema che ha interessato anche altre città marchigiane, ma che a Falconara è stato particolarmente sentito visto che i mezzi da trovare erano sette, come pure bisognava individuare una nuova società che potesse garantire il servizio. Scelta ricaduta sulla Fratarcangeli, attiva fino allo scorso anno, e che da ieri ha ripreso piena operatività nel territorio. "Gli scuolabus erano arrivati già domenica sera – commenta invece il dirigente Alberto Brunetti –. La ditta ha mantenuto alla perfezione quanto proposto. Oltretutto ha rinnovato il parco mezzi. Ieri, prima di iniziare i trasporti, li abbiamo controllati uno per uno ed erano a posto. Siamo contenti della soluzione trovata, soprattutto perché in breve tempo. Comprendiamo le famiglie e i disagi che hanno provato dopo le inadempienze (della Tundo, ndr), ma la situazione si è risolta per il meglio". "Rimarco che agiremo per vie legali nei confronti della Tundo – conferma il sindaco –, chiedendo danni materiali e morali".

g. g.