Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 ago 2022
1 ago 2022

Tre furti con spaccata in poche ore: arrestato

Il ladro seriale è stato trovato dalla polizia all’interno dello Sweet Caffè al Piano ma il modo di agire è lo stesso di altri colpi: indagini

1 ago 2022

Tre colpi messi a segno nel giro di undici ore. Tutti con la stessa modalità: furto con spaccata. In manette, arrestato in flagranza per il reato di furto, è finito un 33enne siciliano residente in città, trovato dagli uomini delle Volanti all’interno dello Sweet Caffè, il bar della piazzetta ex Cinci, al Piano, quando erano le 15.15 di ieri. I poliziotti sono intervenuti durante i servizi di controllo del territorio, concentrandosi per trovare il responsabile che aveva effettuato già due spaccate: la prima intorno alle 4.30 nel negozio ‘Oggetti e Desideri’ in corso Carlo Alberto e la seconda, verso le 14.30, in via Ascoli Piceno ai danni del negozio ‘Cdr’, specializzato in ricambi per elettrodomestici. L’uomo è accusato solo del furto nel bar anche se la modalità è identica agli altri colpi messi a segno, compresi quelli avvenuti nelle scorse settimane tanto che i poliziotti della Mobile, dopo accurate indagini, lo avevano denunciato per un altro furto, avvenuto in una ferramenta, sempre dopo aver frantumato la vetrata. Nel negozio di design e articoli per la casa, il ladro è entrato in azione nel cuore della notte. Spaccato il vetro blindato della porta, si è diretto verso il registratore di cassa. Dopo aver cercato di portarlo via, non riuscendoci, ha forzato il cassetto e preso circa 200 euro lasciati come fondo cassa. Sul posto, oltre alle Volanti, è intervenuta anche la Scientifica impegnata nell’effettuare i rilievi di rito. Le ricerche del ladro sono subito iniziate così come quelle dell’oggetto utilizzato per crearsi un varco, purtroppo senza esito. Trascorrono poche ore, ed ecco un secondo colpo, questa volta al ‘Cdr’. Stessa identica modalità. I poliziotti capiscono che il ladro non può essere lontano e stringono il cerchio concentrandosi su tutti quegli esercizi commerciali privi di serrande. E’ intorno alle 15.15 che decidono setacciare nel cuore del Piano e, infatti, si accorgono di un’altra vetrina sfondata: quella dello Sweet Caffè. Appena si affacciano, notano il 33enne all’interno del locale. I poliziotti, nonostante si siano feriti con i vetri, sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo. Caricato sulla Volante, a sirene spiegate è stato accompagnato in questura. Il siciliano è ovviamente accusato solo dell’ultimo furto ma i risultati degli esami della Scientifica potrebbero inchiodarlo anche per gli altri. Le indagini sono in corso e si cerca di capire se, oltre a lui, possa esserci un complice. Il lungo lavoro della polizia, che lo aveva arrestato anche pochi giorni fa dopo averlo individuato a seguito di un ennesimo furto messo a segno in un negozio di via De Gasperi, dove purtroppo mancava la flagranza del reato, potrebbe dunque trovare questa volta la parola ‘fine’.

al. big.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?