SARA FERRERI
Cronaca

Ultimo miglio di Ancona, via alla gara d’appalto. "Pronto in quattro anni"

Collegamento diretto tra porto e Statale 16, lavori per 148 milioni di euro. Acquaroli e Baldelli: "Opera fondamentale per il capoluogo e la regione".

Ultimo miglio di Ancona, via alla gara d’appalto. "Pronto in quattro anni"

Ultimo miglio di Ancona, via alla gara d’appalto. "Pronto in quattro anni"

Ancona, 29 giugno 2023 – "Finalmente riconnettiamo Ancona con le Marche, collegando direttamente il porto con la strada statale 16". È il commento dell’assessore regionale alle infrastrutture Francesco Baldelli, appena partita la gara d’appalto europea (bandita dall’Anas) per il cosiddetto "Ultimo miglio": 148 milioni di euro per la realizzazione di una nuova infrastruttura stradale lunga 2,5 km, che collegherà in modo diretto la Statale 16 con la via Flaminia, nei pressi del porto di Ancona, bypassando il centro abitato di Torrette e l’area ospedaliera, con tempi di percorrenza stimati in tre minuti. La durata prevista del cantiere è di poco meno di quattro anni: 180 giorni per il monitoraggio ambientale, 120 giorni per la progettazione esecutiva e circa tre anni (1.080 giorni) per l’esecuzione dei lavori.

L’opera, attesa da oltre quarant’anni per sgravare dal traffico l’uscita e l’ingresso al porto del capoluogo, è stata inserita nell’agosto del 2021 nel novero delle strutture commissariali su richiesta dell’assessorato alle infrastrutture della Regione, portando così a quattro – con la Fano-Grosseto, la ferrovia Orte-Falconara e la Salaria – le strutture che possono procedere in maniera spedita grazie all’iter procedurale previsto dalla normativa. Il governatore Acquaroli parla di "opera fondamentale per lo sviluppo del porto, di Ancona e delle Marche", che "potrà contribuire a valorizzare ulteriormente il polo intermodale". "Questa opera – aggiunge – è attesa da decenni e finalmente, con la pubblicazione della gara europea, si mette un altro tassello per la realizzazione. Voglio esprimere soddisfazione per la speditezza delle procedure".

"È iniziato il conto alla rovescia per rompere l’isolamento della nostra porta sul mondo – osserva Baldelli –. Il segreto del successo è uno solo: il gioco di squadra della giunta Acquaroli con ministero, Anas e col commissario Paolo Testaguzza". Si tratta di un collegamento che mira a "interconnettere il porto con l’A14 e le principali direttrici stradali nazionali ed europee, valorizzare il triangolo logistico delle Marche costituito da porto-interporto-aeroporto" e "alleggerire il traffico pesante che transita sulla Statale e interseca alcuni quartieri di Ancona". "Se ai 150 milioni di euro per l’Ultimo miglio aggiungiamo i 350 della bretella della Statale 16 attivati con la consegna dei lavori nel febbraio del 2022 – calcola Baldelli –, arriviamo alla quota eccezionale di mezzo miliardo di euro destinato a uno degli snodi infrastrutturali più importanti, non soltanto per Ancona, ma per le Marche". "Il tracciato, con una sezione a due corsie – spiegano dall’Anas –, si innesterà sulla Statale Adriatica in corrispondenza dello svincolo di Torrette (in fase di adeguamento nell’ambito dei lavori di raddoppio della variante di Ancona) e sulla via Flaminia con una nuova rotatoria. Comprende un viadotto di 285 metri e due gallerie di 650 e 470 metri".