La famiglia Mandolini di Castelfidardo combatte da 26 anni. Non si è mai abbattuta. Con determinazione continua a sfidare tutto e tutti per la giustizia, per arrivare finalmente a sapere chi ha ucciso il caro Marco, maresciallo della Folgore trovato morto, massacrato sulla scogliera labronica, il 13 giugno del 1993, 26 anni fa tra poche settimane appunto. "Abbiamo pensato di aprire una casella postale nella quale, chiunque voglia farlo, può inviare un messaggio o un ricordo anche in forma totalmente anonima – dicono i familiari -. Il numero della casella postale è 02202143 nella sede delle Poste di Villa Musone a Loreto. La mano e le cause che hanno portato alla morte Marco sono ancora al vaglio delle indagini e di nuovi indizi. Non basteranno 26 anni di omertà a fermare la determinazione di cercare giustizia e verità per un uomo crudelmente tradito da chi si è avvalso della facoltà di non parlare".