Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 ago 2022
3 ago 2022

Una folle gelosia, poi le bastonate al compagno

Posatora, sarebbe questa la causa che ha scatenato l’ira della donna prima dell’aggressione al 38enne. Non è chiaro se lui denuncerà

3 ago 2022

Una reazione spropositata dettata da un altrettanto spropositato sentimento di gelosia. Talmente grande che l’avrebbe mandata su tutte le furie, tanto da farle perdere totalmente il lume della ragione. Sarebbe stata questa la causa che ha fatto scattare l’ira della donna che, lunedì pomeriggio, ha aggredito brutalmente il compagno 38enne in mezzo alla strada. Lei, versione confermata dalle forze dell’ordine, lo stava cercando dappertutto da alcuni giorni. E lo avrebbe trovato, appunto, soltanto lunedì, all’aperto, dietro al parco Belvedere di Posatora, dove ha mulinato poi le mani con tanto di oggetto contundente (una mazza da baseball, ndr). Quando la donna ha intercettato il suo compagno, nei pressi dell’area camper, non ci ha visto più dalla rabbia e lo ha picchiato con mazzate alle gambe, al torace e perfino sul volto. Proprio uno dei colpi assestati in pieno viso, e in particolare sul naso dal quale ha perso molto sangue, aveva creato apprensione nei presenti e nei soccorritori che, dopo aver medicato l’uomo sul posto, lo hanno portato d’urgenza all’ospedale regionale di Ancona Torrette per le dovute cure mediche del caso. I due soggetti, secondo le ricostruzioni, sarebbero già noti alle forze dell’ordine, ma il fatto ovviamente non giustifica la grave aggressione, e tutta la situazione innescata, anche perché consumata a due passi da un parco frequentato da famiglie e soprattutto tanti bambini. Le chiamate di aiuto al Numero Unico delle Emergenze 112 da parte di alcuni automobilisti e passanti hanno fatto in modo che la situazione, lunedì, non degenerasse del tutto. Ma chi era presente ha assistito a scene di assoluta follia, bloccate dall’intervento più che tempestivo dei carabinieri di Ancona e del personale sanitario. Da quanto emerso ulteriormente, non è ancora sicuro che il 38enne possa procedere con la denuncia nei confronti della sua compagna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?