Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 giu 2022

Una scuola tutta nuova grazie ai fondi del Pnrr

In arrivo quasi un milione per la demolizione e ricostruzione del plesso annesso alla primaria Garibaldi

11 giu 2022
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero
L’attuale edificio della scuola Garibaldi verrà demolito per essere ricostruito ex novo: il plesso sarà realizzato su due piani e sarà a impatto ambientale zero

Grazie al Pnrr si amplia uno dei plessi con più studenti della città. In arrivo ci sono altri 917mila euro dal Pnrr per Jesi. "Stavolta – spiegano dal Comune – arrivano con il bando del ministero dell’Istruzione che ha finanziato la demolizione e ricostruzione del plesso annesso alla scuola primaria Garibaldi che sarà destinato a servizio mensa per i 180 alunni presenti. Un contributo che è pari al 100% della spesa prevista e che è secondo per entità tra tutti quelli ammessi nella graduatoria della Regione Marche, ufficializzata nella giornata di ieri (giovedì, ndr). Si tratta di un progetto estremamente innovativo e di tecnologia avanzata elaborato dall’Area Servizi tecnici del Comune di Jesi e questo spiega anche l’ottimo punteggio ottenuto in sede di selezione. Verrà infatti demolito – aggiungono dal Comune – l’attuale edificio ad un piano di circa 150 metri quadrati e l’annesso passaggio dalla scuola e ne verrà realizzato uno più grande, su due piani, di 230 metri quadrati ciascuno. Due piani anche per il passaggio dalla scuola, cosicché gli alunni che avranno le aule al piano terra avranno come refettorio il piano terra del nuovo edificio, mentre quelli che si trovano nelle aule del primo piano utilizzeranno il refettorio sullo stesso livello". Nella struttura che sorgerà saranno previsti "tutti gli standard di legge per dimensionamento e rapporto spaziobambino, con la realizzazione anche di servizi igienici in entrambi i piani, spogliatoio per il personale di servizio e annessi per lo sporzionamento dei pasti, scala interna e ascensore". L’immobile sarà realizzato con strutture in legno e materiale per l’edilizia riciclato, avrà pannelli solari e fotovoltaici nel tetto e dunque "potrà essere certificato a clima zero".

s. f.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?