Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

"Una vita per l’azienda coi valori della famiglia Un bel punto d’arrivo"

31 mag 2022
marina verdenelli
Cronaca
L’armatore dorico Alberto Rossi
L’armatore dorico Alberto Rossi
L’armatore dorico Alberto Rossi
L’armatore dorico Alberto Rossi
L’armatore dorico Alberto Rossi
L’armatore dorico Alberto Rossi

di Marina Verdenelli

E’ il maggiore operatore del porto di Ancona con la Adria Ferries Spa e la Frittelli Maritime Group, quest’ultima attiva in tutti i settori tradizionali dello shipping e della logistica portuale. Alberto Rossi agisce come rappresentante di alcune tra le più importanti compagnie di navigazione al mondo. Ha sedi operative a Vasto, Ravenna, Savona, Trieste e Venezia. L’attività armatoriale è legata soprattutto ai traghetti, con una posizione di primato nei trasporti passeggeri e veicoli da e per l’Albania e occupa 610 dipendenti. Pochi giorni fa ha dato anche un contributo straordinario ai suoi dipendenti, 1.800 euro ciascuno, per far fronte agli aumenti delle spese energetiche.

Alberto Rossi, come ha reagito a questa nomina importate a Cavaliere del Lavoro?

"Mi riempie di gioia e di orgoglio soprattutto perché, su proposta del ministro Giorgetti, proviene direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’uomo che più di ogni altro rappresenta il nostro Paese nel mondo".

Cosa pensa che abbia determinato questo riconoscimento proprio a lei?

"Ho dedicato la mia vita al lavoro, seguendo prima studi specifici ed avviando poi, fin dal primo momento, la mia attività imprenditoriale. Provengo da una famiglia di medici che non mi ha consegnato una azienda da portare avanti ma ha fatto molto di più, mi ha trasmesso quei principi e quei valori fondamentali, indispensabili per far crescere un giovane e importanti per formare un imprenditore devoto alla sua azienda, ai suoi dipendenti e alla sua comunità, senza mai perdere il focus sulla sua famiglia. Essere nominati Cavaliere del Lavoro significa vedersi riconoscere tutto questo".

E’ un punto di arrivo?

"Certamente, constatare poi che le Marche abbiano quest’anno espresso ben 3 Cavalieri del Lavoro, è una conferma del grande impegno che la nostra Regione sta profondendo a livello centrale, affinché ai nostri territori sia riconosciuto il ruolo che meritano".

Come si deve differenziare un imprenditore oggi?

"Facendo squadra, perché i successi di una impresa si raggiungono se si è uniti. Io ho tanti collaboratori che si impegnano tutti i giorni. Occorre armonia e rispetto reciproco. Poi servono intuizione e innovazione. Oggi ci vogliono sia imprenditori che manager".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?