Uno scoglio nel nome di Frezzotti

In onore di Franco Frezzotti, che ha salvaguardato il Mosciolo selvatico di Portonovo, è stato intitolato uno scoglio lungo la costa del Conero: "Le Mesole Frezzotti". Una targa commemorativa è stata consegnata in suo ricordo.

Uno scoglio nel nome di Frezzotti

Uno scoglio nel nome di Frezzotti

Sin dai tempi più lontani chi ogni giorno vive il mare, per passione o per lavoro, dà un nome agli scogli per poter identificare un luogo preciso lungo le rotte. La costa del Conero ne è piena. Dalle Due Sorelle alla Vela, dal Trave al Cavallo. Da ieri c’è un nuovo nome di scoglio che sarà pronunciato da pescatori e naviganti: "Le Mesole Frezzotti". Questo scoglio è stato infatti intitolato ad un uomo che si è è impegnato tutta la vita per valorizzare il Mosciolo selvatico e con esso Portonovo: Franco Frezzotti. Al ristorante Marcello, Aldo Roscioni gli ha consegnato una targa a ricordo di questo riconoscimento voluto dalla Cooperativa Pescatori e da tutta la Comunità di Portonovo. Frezzotti è stato colui che ha creato e voluto, nel 2004 quando era allora Fiduciario della Condotta di Ancona, il Presidio Slow Food del Mosciolo selvatico di Portonovo con lo scopo di salvaguardare e tutelare questo mollusco che negli anni è divenuto il simbolo della biodiversità del Conero. La sua fu un’idea lungimirante e premonitrice del rischio che il prezioso mitilo sta vivendo in questi ultimi anni. Lo scoglio delle Mesole Frezzotti è all’altezza della statua della Madonnina che si erge in mezzo al mare per segnalare, ai natanti, il termine del Trave.

Claudio Desideri