Sì o no al ritorno della fontana dei leoni in piazza della Repubblica? Restano appena 10 mesi di tempo per eseguire le volontà testamentarie di Cassio Morosetti, ma l’amministrazione valuta la fattibilità dello spostamento. "Non rimaniamo inerti – spiega l’assessore alla Cultura e vicesindaco Luca Butini –. Quando sei adulto, o addirittura vecchio, essere ricordato diventa una esigenza fisiologica, vitale. Ecco perché la scelta dell’artista e mecenate jesino Cassio Morosetti di destinare una parte cospicua del suo patrimonio alla sua città va affrontata con il massimo rispetto e non superficialmente. Sarebbe offensivo. Aver scelto di destinare una cifra ingente per la cura di una ferita urbanistica inflitta alla città che ha sempre amato è un ottimo modo per essere ricordato, sia dai concittadini a lui coevi che dai loro discendenti. Geniale, direi. Anche perché da principe degli umoristi quale è stato, ha fissato i limiti cronologici per il compimento della "cura" (22 luglio 2021, ndr). È una sfida quella che Cassio Morosetti ha scelto di proporre ai suoi concittadini, non certo una burla. Una sfida alla ricerca dell’identità cittadina, una sfida alla ricerca della propria identità, cosicché ognuno dei concittadini a lui contemporanei abbia la possibilità di accompagnarlo alla ricerca dell’immortalità. Un atto di assoluto amore".

sa.fe.