Vigor Senigallia. Un pareggio che sta stretto: gioca, diverte ma il secondo tempo è amaro

La Vigor Senigallia ha giocato una buona partita contro il Roma City, segnando due gol ma subendone due. La squadra ha mostrato una buona prestazione, ma è stata battuta dagli episodi. Di Renzo ha segnato una preziosa doppietta.

Vigor Senigallia. Un pareggio che sta stretto: gioca, diverte ma il secondo tempo è amaro

Vigor Senigallia. Un pareggio che sta stretto: gioca, diverte ma il secondo tempo è amaro

VIGOR

2

ROMA CITY

2

VIGOR (3-5-2): Sarti 6, Sheffer 7,5 (32’st Mori 6), Tomba 6, Marini 5,5, Gambini 7, Magi Galluzzi 5,5, Kerjota 6, Mancini 7, Broso 7,5 (22’st D’Errico 6), Baldini 7, Beu 6,5 (9’st Balleello 6). All. Clementi 7

ROMA CITY (3-5-2): Di Chiara 6, Ferrante 7 (16’st Fradella 6), Codromaz 6 (39’st Proia a.v.), Scognamiglio 6,5, Cabella 6 (16’st Capece 6), Gelonese 6, Ascoli 6,5, Diniz 6, Di Renzo 8, Bonello 6 (19’st Pellegrino 6), Sparaciello 6, 5 (32’st Raffini 6). All. Maurizi 7

Arbitro: Spinelli di Cuneo 6

Reti: 1’st Broso (V), 14’st Sheffer (V), 20’st, 31’st Di Renzo (R)

Note: Spett. 1200 circa. Ammoniti: Beu (V), Ascoli (R), Capece (R), Raffini (R)

La Vigor segna, convince, ma si fa raggiungere da un caparbio Roma City. Battuta dagli episodi, non certo sconfitta nella prestazione: probabilmente al "Bianchelli" si è vista la miglior Vigor della stagione. Una squadra brillante e mentalmente libera, così libera da passare in vantaggio dopo appena 40 secondi. Uno dei gol più "veloci" della storia vigorina lo segna Broso, il primo in maglia rossoblu per l’ex Fano. Delizioso il cross di Mancini sul secondo palo, il numero 9 sorprende tutti.

Il Roma City prova a scuotersi, prima con un tiro di Ferrante sugli sviluppi di un corner poi con Ascoli, bravo a liberarsi dalla marcatura di Beu, ma la conclusione non inquadra lo specchio della porta. Con il passare dei minuti la Vigor fatica a contenere la straripante fisicità dei capitolini, tuttavia le occasioni scarseggiano da ambo le parti, eccezion fatta per un paio di pregevoli conclusioni dalla distanza di Bonello che non trovano fortuna. A inizio ripresa la Vigor mette in mostra tutte le sue abilità nel palleggio: uno snervante e preciso fraseggio in mezzo al campo che sfianca il Roma City. Al quarto d’ora l’accademia lascia spazio ai fatti: apertura meravigliosa sul versante di sinistra del solito Mancini per Sheffer che da 25 metri lascia partire una conclusione che non da scampo a Di Chiara.

Il Roma City non ci sta e 10 minuti più tardi accorcia le distanze con una fucilata da posizione defilata di Di Renzo, un destro a incrociare di rara bellezza che regala nuova speranza ai romani. Una speranza di rimonta che diventa realtà alla mezz’ora, quando Di Renzo trasforma in oro un bel cross di Scognamiglio prolungato di testa da Sparaciello, il numero 10 non può far altro che realizzare la sua preziosissima doppietta a due passi dalla linea di porta. Nel finale le sue avversarie abbassano il ritmo, quasi a volersi accontentare di un risultato che non esalta, ma neppure dispiace.

Nicolò Scocchera