Vito Mancuso apre il festival "Le parole della filosofia"

Il teologo e filosofo Vito Mancuso inaugura la rassegna 'Le parole della filosofia' con il tema 'Percorsi d'Amore'. L'evento, parte del 'Festival del Pensiero Plurale', affronta l'importanza dell'amore in tempi di crisi sistemica. Mancuso, autore di saggi su vari argomenti filosofici, presenta il suo ultimo libro 'Non ti manchi mai la gioia'.

Vito Mancuso apre il festival "Le parole  della filosofia"

Vito Mancuso apre il festival "Le parole della filosofia"

Sarà Vito Mancuso, rinomato teologo, filosofo e scrittore ad inaugurare la ventisettesima edizione della rassegna ‘Le parole della filosofia’, nucleo storico del ‘Festival del Pensiero Plurale’, ideato dal Giancarlo Galeazzi, e di cui oggi è direttore artistico Antonio Luccarini. Domani (ore 21.15) nell’auditorium della Mole (e non più al Teatro Sperimentale, storica sede della rassegna) Mancuso affronterà il tema di quest’anno degli incontri con i filosofi, ‘Percorsi d’Amore’. ‘La portata devastante della crisi sistemica che assedia il presente sul piano dei valori, degli equilibri ecologici, delle stabilità economiche, sociali e politiche - scrive a proposito il professor Galeazzi - apparentemente sembrerebbe relegare il tema dell’amore al margine del dibattito speculativo, vista la drammaticità delle urgenze che chiedono, non soltanto approfondimenti, ma, soprattutto soluzioni improcrastinabili. Ma se è vero che con la filosofia il vivere interroga se stesso, occorre ammettere che le domande più pressanti riguardano proprio eventi fondamentali come appunto è l’amore’. Vito Mancuso E’ autore di numerosi saggi su argomenti quali la filosofia di Hegel, le malattie e il dolore, la natura di Dio, l’anima, l’amore, il pensiero, la libertà, le virtù cardinali, la bellezza, il coraggio, la paura, il senso della vita. Il suo ultimo libro è ‘Non ti manchi mai la gioia’ (Garzanti 2023). Tra le sue opere c’è ‘Io amo – Péiccola filosofia dell’amore’, un libro che lui stesso ha definito ‘il tentativo di dire in poche pagine ciò che non basta una vita intera ad imparare’.