Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Festa della polizia, "Siamo qui con il nostro motto: esserci sempre" / VIDEO

Festa grande in piazza Roma per la polizia di Stato che festeggia 166 anni. Enormi tricolore hanno accolto autorità e cittadini. Il questore: "Noi, tra la gente"

Ultimo aggiornamento il 10 aprile 2018 alle 17:04
La polizia di Stato in festa in piazza Roma

Ancona, 10 aprile 2018 - Una festa in grande stile per la polizia di Stato che festeggia 166 anni dalla sua fondazione. In piazza Roma enormi tricolore e i vari corpi della Ps schierati di fronte ad autorità e cittadini per dimostrare la presenza costante sul territorio e l’orgoglio di portare quella divisa (VIDEO).

«Stare qui con voi – ha detto il questore Oreste Capocasa – è un modo per sintetizzare il senso della celebrazione odierna: esserci sempre». Un pensiero speciale poi ai caduti mentre svolgevano il proprio lavoro e alle loro famiglie.

Ad aprire la cerimonia il reparto mobile di Senigallia, accompagnato dalla banda di Torette. La cerimonia ha visto la premiazione degli agenti che si sono contraddistinti in servizio.

Sono stati premiati con medaglia di bronzo al merito civile il sovrintendente capo Roberto Pertosa, con encomio il vice questore Carlo Pinto, con due encomi l’ispettore superiore Archimede Maggi, con encomio e lode il sovrintendente capo coordinatore Gioia Tabanelli, con lode il commissario capo Sandro Tommasi, l’ispettore superiore Maurizio Nazzarelli, l’ispettore capo Elisa Gentili, i sovrintendenti Rosanna Piccione e Luciano Bontempo, i sovrintendenti capo Maurizio Fariello, Geremia Lazzari, Danilo Stacchiotti, Endrio Brandi, l’assistente capo coordinatore Walter Vinciotti e l’assistente capo Mirco Rebichini.

Un riconoscimento per l’Università Politecnica delle Marche che sta portando avanti con la questura di Ancona un innovativo progetto di riconoscimento facciale 3d dalle telecamere di videosorveglianza e un nuovo sistema di comparazione delle impronte digitali per migliorare l’efficacia dei controlli.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.