I partecipanti al Forum
I partecipanti al Forum

Ancona, 22 giugno 2018 - Una terra che sa attrarre turismo è una terra più ricca. Numana è al centro del talk show di confronto tra i rappresentanti del turismo della Riviera del Conero organizzato da Qn-Il Resto del Carlino e Unicredit che punta allo sviluppo di quella che è l’economia sulla quale molte realtà hanno deciso di puntare per la valorizzazione delle bellezze locali, ma anche per sfruttare un comparto che vive di rilanci continui. Quella di Numana è l’ultima tappa di un tour «cominciato il 18 di maggio a Rimini, proseguito a Forte dei Marmi, e culminato a Como», ha spiegato Oda Costa, rappresentante per gli eventi, progetti e iniziative editoriali della Poligrafici Editoriale Spa.

LEGGI ANCHE Turismo online o tradizionale, un forum per crescere 

Le novità sono sul piatto: nuovi fondi per le attività ricettive, wifi lungo tutta la spiaggia e finanziamenti in favore delle attività balneari, sono gli ultimi aggiornamenti sui posizionamenti della Regione Marche nei confronti del turismo. Progetti che sono in corso di attuazione e altri saranno invece avviati a breve. A dare forza alle parole è l’assessore regionale al Turismo, Moreno Pieroni che svela i timori che ci sono stati dopo il sisma, ma anche la voglia di rilanciare e di puntare ancora più in alto. «La Regione Marche – ha detto – si colloca seconda in Italia sulla cultura del turismo. Lo scorso anno abbiamo verificato la tenuta del sistema dell’accoglienza e della presenza turistica, siamo stati più uniti, tutto il sistema ha rivisto il modo di approcciarsi alla promozione e all’accoglienza e siamo riusciti a rilanciarci, a reinserirci in un sistema. C’è stato un calo forte delle presenze di turisti stranieri rispetto al trend nazionale, le Marche hanno avuto anche ribasso del 20%. Abbiamo quindi creato un progetto che auspichiamo possa dare importanti risposte, un investimento di 8 milioni di euro tra il 2018 e 2019 per la promozione all’estero del territorio, una scelta forte perché sempre più il turismo e la cultura diventeranno un binomio per creare occupazione». E’ in questo contesto che Pieroni ha parlato delle nuove iniziative.

«La prima – ha spiegato – è l’investimento sulle strutture private, circa 45 milioni di euro di fondi europei, che permetteranno di ristrutturare 320 strutture che ne hanno fatto richiesta. Arriveranno in sostanza fondi diretti che toccano anche i 200mila euro. Il secondo messaggio è di carattere pubblico wifi aperto dalla battigia agli stabilimenti balneari. Stiamo poi cantierando un progetto per dare la possibilità ai 2mila balneari della costa di riqualificare i propri spazi». Non da ultimo la ciclovia unica della Riviera. Turismo è la parola chiave anche per un comune come quello di Numana.

«Noi siamo una piccola realtà – ha detto Gianluigi Tombolini, sindaco di Numana –, un’isola felice anche grazie alle forze dell’ordine visto che in inverno siamo tremila abitanti ma in estate contiamo su 70mila presenze. Bisogna scoprire la professionalità del turismo e accettare che è l’unica economia in grado di produrre ricchezza. Noi di Numana, noi marchigiani, partiamo avvantaggiati, dobbiamo solo capire quale e che prodotto andare a vendere».