L'idroambulanza
L'idroambulanza

Numana (Ancona), 3 agosto 2020 – Dodici canoisti sono stati tratti in salvo dall’idroambulanza della Croce rossa di Ancona oggi pomeriggio. Il brutto tempo li ha bloccati. Tutti loro, turisti del nord Italia, hanno necessitato dell'aiuto degli operativi polivalenti del salvataggio in acqua che stavano pattugliando il litorale davanti i comuni di Numana e Sirolo, proprio in quel lasso di tempo.

Lo spavento è stato tantissimo e le forze si sono concentrate subito nella messa in salvo del gruppo. Le condizioni meteo di pioggia, grandine, forte vento e forte mare hanno reso difficoltoso il salvataggio che è iniziato alle 15.30 circa, con la prima chiamata di allarme, e terminato alle 19.

I soccorritori hanno preservato la salvaguardia dei pericolanti che, da soli, non riuscivano a rientrare nelle spiagge di destinazione. A supporto dell’idroambulanza c’era la guardia costiera con i propri mezzi. Tutti i canoisti sono stati portati in sicurezza nell’infermieria del porto di Numana. Nessuno però ha necessitato di cure ospedaliere successive perché, una volta superato lo spavento, le condizioni sanitarie di tutti i trasportati sono risultate stabili.

Bomba d'acqua: danni a un autogrill

Dopo le piogge brevi e molto intense cadute nel pomeriggio nell' Anconetano, alternate a schiarite, in serata una bomba d'acqua si è abbattuta sempre in provincia di Ancona in particolare nella zona dello Jesino dove ha soffiato anche vento forte: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti in strade e cantine, alberi caduti sulla sede stradale e il cedimento di una parte di controsoffitto all'interno dell'autogrill Esino Est. Non sono stati segnalati feriti.

Sul posto polizia stradale e pompieri per la messa in sicurezza della porzione di locale danneggiata. In A14 si è verificato in serata anche un incidente stradale, nella zona di Ancona, probabilmente causato anche dall'asfalto reso viscido dalla pioggia. Non vi sarebbero persone ferite in modo grave.