Simone Pugnaloni (a sinistra) e Dino Latini si stringono la mano
Simone Pugnaloni (a sinistra) e Dino Latini si stringono la mano

Osimo (Ancona), 6 giugno 2019 – E’ di nuovo battaglia a Osimo tra l’ex sindaco Dino Latini, avvocato, 57 anni, e il primo cittadino uscente Simone Pugnaloni, 39 anni. I due avversari storici tornano al ballottaggio domenica 9 giugno, quando 30mila e 818 osimani sono richiamati alle urne dopo il primo turno di domenica 26 maggio.

Il “civico” Dino Latini è in testa nella corsa alla poltrona di sindaco con 7mila voti, 34,95 per cento, sul democrat Pugnaloni, 28,74 per cento per cinquemila e 755 voti al primo turno. A supporto del primo ci sono sei Liste civiche: prima per voti “Patto sociale” seguita da “Su la testa”, “Uniti per Latini sindaco”, “Noi azzurri”, “Green” e da ultimo “Osimo civica”.

Pugnaloni si è presentato con la lista del Partito democratico e altre quattro civiche: in testa il Pd seguito da “Energia nuova”, “Popolari uniti per Osimo”, “Osimo ecologia e futuro” e “OsiAmo”.

Guida al voto: urne aperte dalle 7 alle 23 domenica 9 giugno 2019

Come si vota

Urne aperte dalle 7 alle 23 di domenica. L’elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale (in caso di smarrimento va richiesta all’ufficio elettorale). E’ stata sorteggiata lunedì la posizione sulla scheda elettorale: graficamente a destra il candidato Latini, a sinistra il sindaco uscente. L’elettore deve mettere una croce nello spazio dove è contenuto il nome del candidato sindaco. Per l’esito non bisognerà aspettare il pomeriggio del giorno dopo come al primo turno perché lo scrutinio delle schede nei 33 seggi inizierà già alla chiusura degli stessi.

Leggi anche Ballottaggio 2019: dove si vota nelle Marche