Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Contro le discriminazioni arriva il «Love Pride» di Ancona

Il primo luglio sfleranno nelle vie del centro una serie di associazioni marchigiane

Ultimo aggiornamento il 25 giugno 2018 alle 17:39
COLORATO Una sfilata del Love Pride

Ancona, 25 giugno 2018 - La data è quella del primo luglio. La domenica che apre il mese ospiterà il primo ‘Love Pride’ di Ancona e delle Marche, un’iniziativa contro le discriminazioni.

Il corteo che si snoderà per le vie del centro del capoluogo marchigiano è promosso da #LoveisLoveAncona, #CsaAsiloPolitico, #LiberaAncona, #ArciAncona che sventoleranno la bandiera arcobaleno «tenuta nel cassetto per troppo tempo».

«Mentre al Governo – scrivono in una nota gli orgaqnizzatori – una ‘Fontana’ versa litri di odio per cercare di inabissare amore, libertà, autodeterminazione, rispetto e valorizzazione delle differenze in nome del peggior spirito reazionario e conservatore; noi saremo lì, nelle strade a rispondergli con il nostro amore».

«Qualcuno – aggiungono – si è permesso di dire che tipo di amore dovrebbe esistere o no, vuole cercare di standardizzare le nostre vite, i nostri orientamenti sessuali in nome di un concetto di normalità che non tiene conto della realtà».

«La diversità esiste – affermano ancora –, è la bellezza che caratterizza il mondo in cui viviamo. Non deve più esistere nel 2018 il ‘fantasma’ che qualcuno si trascina dietro e che ha un nome: omofobia. Un mostro che dobbiamo schiacciare senza se e senza ma, insieme immediatamente, non solo gay, lesbiche, transessuali, bisessuali, queer, ma tutte le persone libere che hanno voglia di sostenere il progresso della società, l’evoluzione, verso quello per cui siamo al mondo: la libertà di esistere ed amare».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.