Iginio Straffi, padre delle Winx (Foto Newpress)
Iginio Straffi, padre delle Winx (Foto Newpress)

Loreto (Ancona), 20 settembre 2019 – Le fatine del maceratese Iginio Straffi diventano in carne e ossa e volano su Netflix. In Irlanda sono appena iniziate le riprese le ‘Fate: The Winx Saga’, serie live action e adattamento ‘young adult’, basato sul cartoon italiano ‘Winx Club’. La saga animata, diventata un vero e proprio fenomeno mondiale fin dalla prima apparizione in tv nel 2004, è prodotta dalla Rainbow, lo studio di animazione fondato da Straffi che è anche il creatore delle fatine. In questa serie tv Straffi figura tra i produttori insieme a Judy Counihan e Kris Thykier di ‘Archery Pictures’, mentre BrianYoung è lo showrunner.

Il live action, in sei episodi (da sessanta minuti), racconta le avventure di Bloom, Stella, Flora, Terra, Musa e Aisha, cinque improbabili amiche che frequentano Alfea, il collegio di magia di Otherworld. Le protagoniste, nel pieno dell’adolescenza (quindi di età più grande rispetto alle fatine del cartone animato) dovranno imparare a governare i propri poteri magici mentre affrontano l’amore, le rivalità e i mostri che minacciano la loro esistenza.

A differenza delle fatine create dal Ceo del gruppo Rainbow di Loreto, nella serie tv le eroine con le ali, amate da tutte le bambine del mondo, sono interpretate da attrici. Nei panni di Bloom c'è Abigail Cowen, già vista in versione diabolica ne ‘Le terrificanti avventure di Sabrina’, serie tv sempre su Netflix, dove interpreta Dorcas, una delle sorelle malefiche della scuola di magia nera. Stella, invece ha il volto di Hannah van der Westhuysen (‘The Frankenstein Chronicles’) mentre Aisha è Precious Mustapha. Terra è interpretata da Eliot Salt e chiude il cerchio magico Elisa Applebaum immedesimandosi in Musa. Nel cast, poi, figurano Sadie Soverall nel ruolo di Beatrix, Freddie Thorp in quello di Riven, Danny Griffin nel ruolo di Sky, Theo Graham sarà Dane e Jacob Dudman infine vestirà i panni di Sam.

“Siamo estremamente orgogliosi di portare in vita questo iconico gruppo di personaggi femminili. Vogliamo creare una serie che rispetti la versione animata originale, ma che sappia anche conquistare nuovi fan" sostiene Jennifer Breslow, Netflix Content Executive. Il primo ciak è di poche ora fa per cui ancora non è stata annunciata la data di rilancio della serie che sarà disponibile nei 190 paesi in cui il servizio Netflix è attivo.