Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

Ancona, Perucchini ha firmato In attacco spunta il nome di Starita

Sistemata la pratica del portiere il ds Micciola inizia a studiare il lungo elenco di difensori che sono sul taccuino

10 giu 2022
Filippo Perucchini arriva dal Teramo
Filippo Perucchini arriva dal Teramo
Filippo Perucchini arriva dal Teramo
Filippo Perucchini arriva dal Teramo
Filippo Perucchini arriva dal Teramo
Filippo Perucchini arriva dal Teramo

Adesso è ufficiale: con la firma sul preliminare Filippo Perucchini è il nuovo portiere dell’Ancona. Per lui è pronto un contratto biennale, d’altra parte era da settimane che da Ancona come da Teramo si dava per conclusa la trattativa.

Filippo Perucchini, bergamasco classe 1991, arriva all’Ancona forte dell’esperienza accumulata anche in serie B con Varese, Benevento, Ascoli ed Empoli, l’ultima stagione l’ha giocata a Teramo.

Sin dai primi contatti aveva espresso il desiderio di venire ad Ancona. Ieri mattina l’ufficialità giunta con una nota della società, che peraltro non aveva mai smentito la trattativa.

Sistemata la prima tessera del puzzle della nuova Ancona, ora il diesse Francesco Micciola, insieme al tecnico Gianluca Colavitto, dovrà trovare anche un secondo a Perucchini: Michele Avella vuole una maglia da titolare e pur avendo ancora un anno di contratto non resterà ad Ancona. Potrebbe farlo, invece, Leonardo Vitali, che però è in scadenza con l’Ancona il 30 giugno.

Oppure potrebbe arrivare un portiere under. Ma tolto l’accordo con Perucchini gli altri contatti con diesse, giocatori e procuratori sono ancora e soprattutto a livello di sondaggi.

Per la difesa c’è il nome di Davide Mondonico, difensore centrale del 1997 cresciuto nelle giovanili del Milan, l’ultima stagione con la maglia del Crotone, ma a Micciola sarebbero stati proposti anche altri centrali, come Matteo Gorelli, del 1991, le ultime quattro stagioni a Grosseto, Lorenzo Gonnelli, classe 1993 in uscita dal Cesena, un paio di stagioni in B con la maglia del Livorno, come pure Mattia Polidori, centrale o terzino destro del 1998 proveniente dalla Vibonese e cresciuto nelle giovanili del Perugia: il suo nome era stato accostato all’Ancona già a gennaio.

Per l’attacco il nome caldo resta quello di Ernesto Starita, ventiseienne dalle caratteristiche che piacciono a Colavitto, un giocatore rapido, pronto alle ripartenze, ma disponibile anche al sacrificio in fase di copertura. Ha chiuso le ultime due stagioni al Monopoli con 6 e 8 reti, vanta anche sei presenze in serie B con la Pro Vercelli.

Con Marcello Sereni nel mirino del Cesena e Alex Rolfini in quello della Spal, Starita potrebbe essere un giocatore che fa il caso dell’Ancona, ma è presto per dirlo. Così come è presto per capire cosa uscirà dai buoni rapporti tra Francesco Micciola e Fabio Lupo, ex biancorosso e direttore sportivo della Spal.

Micciola e Lupo si sono incontrati martedì scorso, in occasione della festa per i trent’anni dalla prima promozione in serie A, e hanno cominciato a parlarne. A Ferrara sono numerosi i giocatori in uscita oppure quelli che dovrebbero finire in prestito, come l’attaccante Ludovico D’Orazio, classe 2000 scuola Roma.

Giuseppe Poli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?