Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Dopo la salvezza, i playoff: "Noi, grandi"

Colavitto sorride per il secondo obiettivo centrato. Per giunta "con 7 under in campo: ci tenevamo a dare soddisfazione alla città"

Gianluca Colavitto, allenatore e trascinatore di un’Ancona che ora si giocherà le chances promozione ai playoff
Gianluca Colavitto, allenatore e trascinatore di un’Ancona che ora si giocherà le chances promozione ai playoff
Gianluca Colavitto, allenatore e trascinatore di un’Ancona che ora si giocherà le chances promozione ai playoff

Stavolta sorride, Gianluca Colavitto, quando si presenta in sala stampa nel dopo partita. Perché sa che, pur con l’amarezza di una vittoria sfumata nei minuti di recupero, la squadra ha centrato il secondo obiettivo stagionale. Dopo la salvezza ecco i playoff: "C’è un po’ di rammarico per il risultato finale - attacca -, ma questo è il calcio, non mi meraviglio. La mia squadra ha offerto una grossa prestazione lavorando bene in entrambe le fasi, sia in costruzione che in sviluppo, anche se siamo mancati un po’ in fase di finalizzazione, ma 51 punti conquistati sono un obiettivo davvero insperato, a inizio stagione. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, venivamo da due sconfitte, siamo scesi in campo con sette under, poi otto, ci tenevamo a dare una soddisfazione alla città di Ancona con il beneficio dell’aritmetica. Per noi un’iniezione di fiducia, anche se abbiamo subito il gol così, nei minuti finali. Però anche questo fa parte della crescita di questi ragazzi". Una squadra che ha cominciato davvero bene nella ripresa: "A volte ci azzecchi, a dire le cose giuste nell’intervallo, altre no, stavolta forse ho inciso, ma soprattutto devo ringraziare questo gruppo che ci ha dato tante soddisfazioni, un gruppo che per la sfera mentale e collettiva ci sta dando davvero tanto, senza queste due componenti non avremmo fatto questi 51 punti". Una grande prova per D’Eramo, ma anche per Papa: "D’Eramo era abituato a fare l’esterno di attacco anche ad Avezzano, una grossa prestazione, non era semplice, l’avevo provato in settimana e lo avevo visto molto desideroso di fare bene in quel ruolo e ha risposto presente. E poi il capitano, altro ragazzo che devo ringraziare, ha avuto delle difficoltà quest’anno, stavolta una grande prova, ha saputo leggere i momenti della partita, rallentare l’azione quando serviva, dare profondità e ampiezza alla manovra. Una partita a tutto tondo ma non m’era dispiaciuto neanche contro il Gubbio". Ora sguardo verso i playoff, anche se ancora mancano due partite: "Giovedì giochiamo contro il Teramo, adesso mi rivedrò la partita di Siena e lavoreremo da lunedì sperando di poter onorare questo campionato fino alla fine. Nei momenti difficili ho fatto firmare un foglio a tutta la squadra con cui tutti volevamo raggiungere i playoff. Con questo punto di Siena ci siamo riusciti, un risultato importante, un’opportunità per tutti. Andiamo avanti sapendo che le due prossime partite saranno altrettanto toste".

Giuseppe Poli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?