Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Ecco la Due Giorni Marchigiana per la sua quarantesima edizione

20 mag 2022
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito
Sono 176 i corridori iscritti: il massimo cosentito

Quarant’anni di Due Giorni Marchigiana. E l’avventura continua. Anche quest’anno.

Lo Sporting Club Sant’Agostino del presidente Bruno Cantarini è al lavoro per l’allestimento dell’edizione 2022 che andrà in scena in questo fine settimana, domani e domenica. In quelle strade fidardensi dove hanno sfrecciato negli anni giovani talenti diventati poi campioni come i vari Bugno, Fondriest senza dimenticare Cipollini, Di Luca, Galletti, Cunego, il ragazzo di casa Andrea Tonti.

L’avventura della Due Giorni iniziò nel 1979 con il solo Gran Premio Santa Rita vinto in quella circostanza dallo scalatore Giovanni Bino.

Poi dal 1981 si concretizzò l’idea di una Due Giorni a tutti gli effetti. Da allora solo tre stop. Nel 2009 e 2010 per l’improvviso passo indietro del patron Fred Mengoni e nel 2020 per la pandemia.

Negli anni in sella dilettanti, ma anche professionisti, ospitando a Castelfidardo e dintorni anche la Nazionale Italiana prima dei Giochi Olimpici di Atene del 2004. Passa il tempo, ma la passione è sempre la stessa da parte dello Sporting Club Sant’Agostino guidato dall’imprenditore Bruno Cantarini, con a fianco Luciano Angelelli e Albino Cittadini.

L’edizione dei 40 anni vedrà al via 176 corridori, numero massimo consentito dal regolamento federale rispetto alle oltre 250 richieste pervenute. Al via trenta formazioni: 27 italiane e tre straniere (arriveranno dal Principato di Monaco, ma ci saranno anche le nazionali di Uzbekistan e Ucraina).

Sia domani che domenica ha assicurato la presenza alla Due Giorni il commissario tecnico della nazionale italiana Under 23, Marino Amadori. Fra i partecipanti, come sempre, il gotha degli Under 23, Elite e prof Continental. Attenzione alla Zalf Euromobil, ma anche alla Trevigiani e alla Work Service. Domani (21 maggio) si comincia con il Gran Premio Santa Rita (Trofeo Foridra). I corridori dovranno coprire un totale km 171,500 in un percorso adatto agli scalatori. Dopo il via a passo turistico da Cerretano, la partenza agonistica avverrà alle ore 13:30 con la bandierina che si abbasserà da bivio Querciabella. Arrivo previsto sull’erta di Sant’Agostino intorno alle ore 17:40.

Domenica si correrà invece il Trofeo Città di Castelfidardo (Trofeo Cisel), con dieci giri da compiere (180 km). Un appuntamento ideale per i velocisti. Il via alle ore 13:30 dalla scuola di Cerretano dove si taglierà il traguardo finale intorno alle 17:40. La combinata (Gran Premio Semar) andrà al corridore che totalizzerà il miglior punteggio nelle due giornate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?