Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Fabriano affronta Cantù: "Proveremo a battagliare"

Dopo aver detto addio alla serie A2, la Janus Fabriano questa sera con inizio alle 18 al PalaBaldinelli, affronterà nella prima gara della fase ad orologio l’Acqua San Bernardo Cantù. La formazione allenata da coach Marco Sodini è finita alle spalle di Udine nel girone Verde risultando il miglior attacco dell’intera A2 con una media di 83,7 punti a partita. Attacco che ha nei due esterni statunitensi Bryant e Allen le principali bocche da fuoco; intorno al duo americano c’è un parco italiani d’eccellenza come gli esterni Sergio, Bucarelli, Stefanelli e Severini fino ad arrivare nel pitturato dove troviamo un mix composto dalla sapienza cestistica del play aggiunto Da Ros e alla fisicità del camerunense Bayehe. Pacchetto lunghi completato da Nikolic, Boev e dall’ex nazionale Marco Cusin che ha vestito la maglia del Fabriano Basket da giovanissimo nel 2007. La formazione canturina è tra le favorite al salto nella massima serie, dove in A1 vanta un palmarès da 3 scudetti, 2 Supercoppe Italiane, 2 Coppe Campioni, 4 Coppe delle Coppe e 4 Coppe Korac. "Dobbiamo cercare di scendere in campo e rispettare il campionato fino in fondo – afferma il coach Marco Ciarpella –. Nonostante la retrocessione proveremo a preparare alcuni adeguamenti tecnici-tattici per mettere qualche granello in più negli ingranaggi di Cantù che è una squadra tecnica, fisica e atletica in ogni ruolo ed è destinata a lottare fino in fondo per ottenere il salto di categoria. È chiaro che potremo avere dei mismatch sfavorevoli in tutti i ruoli visto che affrontiamo una formazione quotata che nel proprio girone è arrivata al secondo posto. Dovremo essere bravi a cercare di battagliare nell’uno contro uno, negare il più possibile le recezioni vicino a canestro e chiudere l’area. Questi sono i nostri obiettivi primari. In queste ultime gare proveremo a dare più spazio, anche se nel corso del campionato l’hanno avuto, ai nostri giovani provando a giocarci le partite fino alla fine".

Angelo Campioni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?