Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

Goldengas corsara, il sogno playoff continua

Basket serie B, Senigallia vince di un punto gara 5 a Bisceglie e vola in semifinale dove domenica incontrerà il Real Sebastiani Rieti

26 mag 2022
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie
Cicconi Massi al tiro durante la gara con il Bisceglie

LIONS BISCEGLIE

48

GOLDENGAS

49

LIONS BISCEGLIE: Fontana 9, Dron 14, Dri 4, Enihe 2, Dip 4; Mastrodonato ne, Giunta 8, Giannini 5, Provaroni ne, Vavoli ne, Seck 2. All. Nunzi

GOLDENGAS : Giacomini 10, Gnecchi 9, Calbini 11, Varaschin 11, Bedin 2; Giuliani ne, Terenzi, Rossini, Venturi ne, Cicconi Massi 6. All. Gabrielli

Arbitri: Di Luzio di Cernusco sul Naviglio (Mi) e Martinelli di Brescia

Parziali: 10-16 20-30 37-41 48-49

La Goldengas firma una delle pagine più belle della sua lunga storia in serie B, che dura ormai da 20 anni, vincendo contro logica e pronostico la serie playoff contro Bisceglie, espugnata in gara 5 con un 48-49 che rimarrà nella storia del club. Senza Giannini e Bedetti, con gli altri giocatori ormai fisicamente ai minimi termini, la squadra di Gabrielli centra la semifinale per la serie A2: è il risultato migliore della storia del basket senigalliese. Dopo la passeggiata di gara 4 a Senigallia, quando i Lions si imposero con un clamoroso +44, la squadra di Nunzi crede forse di aver vita facile fin dall’inizio, ma nei primi minuti trova una Goldengas brava a mettere intensità in difesa, costringendo i locali a parecchie forzature (518 dal campo nei primi 10’) e al -6 nel primo periodo: 10-16. Si segna pochissimo, ma segnano pochissimo soprattutto i padroni di casa, che a metà gara hanno firmato appena 20 punti con percentuali imbarazzanti dal campo: 26%, pari a un misero 830 a cui la Goldengas replica con un certo non esaltante 114 da tre, ma con molto altro, cioè grinta, difesa, cuore. E Calbini: il baby classe 2002 gioca ancora una volta da veterano ed è l’unico a fare canestro con continuità (11 punti), guidando il meritato +10 con cui Senigallia a sorpresa va al riposo lungo (20-30). La squadra di Nunzi dopo la pausa prova a scuotersi e nonostante continui a non trovare con continuità il canestro, nel terzo periodo almeno riesce a prevalere (17-11), riavvicinandosi a -4. Si inizia gli ultimi 10’ sul 37-41. Il primo sorpasso Bisceglie lo firma a soli 6 minuti dalla fine sul 43-42 contro una Goldengas, praticamente senza cambi, che quasi non segna più ed è in inevitabile debito d’ossigeno. Finale sportivamente drammatico, con la Goldengas che pur sbagliando tantissimo da fuori (330 da tre!) mette in campo un cuore e una difesa commoventi. E Varaschin, che segna il canestro del sorpasso mentre Dron sbaglia dando il via a una festa inattesa e per questo ancor più bella.

Andrea Pongetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?