L’hanno definita "un’edizione pazzesca e strepitosa" degli Assoluti indoor. In effetti Ancona sabato e domenica si è fatta conoscere a livello mondiale. Una due giorni fantastica, con record e misure mondiali che fanno sognare l’atletica azzurra nell’anno olimpico, alla presenza anche del presidente Fidal Stefano Mei. Sabato ecco il ’numero’ sfoderato dalla giovane Larissa Iapichino che salta un clamoroso 6,91 nel lungo eguagliando il record italiano indoor di mamma Fiona May, realizzato nel 1998 a Valencia, con tanto di record del mondo under 20 indoor (che apparteneva alla leggenda tedesca Heike Drechsler con 6,88 dal 1983), una misura straordinaria per la diciottenne fiorentina delle Fiamme Gialle, miglior salto al mondo del 2021. Miglior salto al mondo stagionale, nel salto in alto, arriva l’indomani per il ‘nostro’ Gianmarco Tamberi che in casa quest’anno non delude. Un 2,35 limpido e da applausi al primo salto. E applausi anche al ventenne Dario Dester (Carabinieri) che sigla il record italiano dell’eptathlon, primo azzurro a oltrepassare i 6000 punti (6076). Per un’edizione storica per la Dorica.