Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 apr 2022

Iotti, Sereni e Rolfini: i "delfini" di Colavitto

Il difensore e i due attaccanti hanno collezionato 36 presenze su 37. Dietro loro Iannoni e Faggioli. Il cobra è il miglior marcatore

17 apr 2022
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio
L’Ancona saluta la Curva Nord dopo una gara al Del Conero: la squadra dovrà affrontare l’ultimo scoglio in campionato a Pesaro prima di tuffarsi nella roulette dei playoff a partire dal primo maggio

Ecco chi sono "tutti gli uomini" di Colavitto, quelli che hanno giocato più partite, quelli che hanno fatto più minutaggio, quelli che hanno realizzato più gol e quelli che potrebbero meritare una riconferma, naturalmente sempre dopo quella del comandante della nave biancorossa, Gianluca Colavitto. I giocatori che sono scesi in campo più volte, ben 36 su 37, sono tre: Luca Iotti, difensore centrale ventiseienne di Cernusco sul Naviglio, tra i più esperti della squadra con i suoi trascorsi in C con l’Olbia, il Teramo e la Feralpisalò. Una garanzia. Insieme a lui Marcello Sereni, attaccante ventiseienne di Modena, che ha anche totalizzato 10 gol, tra i più continui della squadra, e Alex Rolfini, il bomber ventiseienne di Portomaggiore, che di reti ne ha messe a segno 17. Dietro a loro ce ne sono altri due con 35 presenze: Edoardo Iannoni, il centrocampista ventunenne romano in prestito dalla Salernitana, una delle più piacevoli scoperte della squadra, e Alessandro Faggioli, attaccante ventiduenne di Penne con 13 gol all’attivo. A 34 presenze c’è Lorenzo Masetti, difensore ventunenne di Firenze in prestito dal Pisa. Gli ultimi tre sono under e meriterebbero la riconferma, ma il loro destino probabilmente è altrove, vista la splendida annata disputata. In fatto di minuti giocati la classifica non è molto diversa: al primo posto c’è Iotti a quota 3042 minuti, quindi Masetti a 2808, Iannoni a 2691, e poi c’è Rolfini a 2451 minuti, vicino a Sereni a 2430, quindi c’è Michele Avella, il portiere ventiduenne napoletano, che ha giocato 2340 minuti, e vicino a lui Alessandro Di Renzo, terzino ventiduenne di Pescara, con 2287 minuti. Tra presenze e minutaggi mancano diversi nomi illustri, che a causa degli infortuni hanno giocato meno dei compagni. Una curiosità riguarda chi, invece, ha giocato meno: Lorenzo Sabattini, con 42 minuti, Edoardo Ruani con 44 e Alessio Vrioni, con 49. Segue distanziato Luca Palesi con 260 minuti, giustificati dal fatto che è arrivato a gennaio. La classifica dei marcatori vede al comando Alex Rolfini con 17 gol personali, davanti ad Alessandro Faggioli con 13, a Marcello Sereni con 10, a Federico Moretti con 8, Fernando Del Sole e Andrea Delcarro con 3, Edoardo Iannoni con 2 e Michael D’Eramo con 1. Quanto alle riconferme sono numerosi i giocatori che per presenze, continuità di rendimento ed eventuali gol meriterebbero di restare nell’Ancona che verrà, il prossimo anno. Escludendo i giocatori in prestito, che è probabile trovino altre destinazioni, quelli che meriterebbero di più di restare in biancorosso potrebbero essere Iotti, Delcarro, Rolfini e Sereni, ma la composizione della squadra del futuro dipenderà da numerose variabili e, soprattutto, sarà compito del direttore sportivo, Francesco Micciola.

Giuseppe Poli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?