Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

La Goldengas addenta la vittoria playoff

Senigallia sbanca Roma e accede alla griglia promozione. Una gara combattuta fino alla fine, grande difesa e rapidità le armi vincenti

Varaschin, dominante spalle a canestro. Per la Goldengas si è trattato di una prova di forza convincente
Varaschin, dominante spalle a canestro. Per la Goldengas si è trattato di una prova di forza convincente
Varaschin, dominante spalle a canestro. Per la Goldengas si è trattato di una prova di forza convincente

luiss roma

70

goldengas senigallia

73

LUISS : Pasqualin 19, Di Francesco, Murri 15, Legnini 14, Tolino 2; Gellera, D’Argenzio 10, Barbon, Zini, Di Bonaventura 10, Egwoh, Van Velsen. All. Paccariè.

GOLDENGAS SENIGALLIA: Giacomini 13, Giannini 13, Bedetti 2, Varaschin 21, Bedin 6; Giuliani ne, Calbini 9, Terenzi, Gnecchi 6, Rossini ne, Fabbri ne, Cicconi Massi 3. All. Gabrielli

Arbitri: Rizzi di Trissino (Vi) e Curreli di Assemini (Ca)

Parziali: 14-22 30-36 51-59 70-73

La Goldengas sbanca Roma, interrompe la serie di 4 partite vincenti della Luiss e accede per l’ennesima volta nella sua ventennale storia di serie B ai play-off. Senigallia sale infatti a 34 punti, 2 più di Ozzano e 4 più di Faenza, che si affrontano oggi: con una sola partita da giocare una vittoria di Ozzano qualificherebbe Senigallia e la stessa Ozzano alla post season, ma anche in caso di successo faentino la Goldengas sarebbe dentro perché a quel punto nella peggiore delle ipotesi arriverebbe al pari delle due rivali, ma sarebbe dentro per la miglior classifica avulsa nei confronti di almeno una delle due. Biancorossi praticamente sempre avanti anche se nel finale rischiano grosso: 14-22 già dopo il primo periodo. La Goldengas riesce a impostare la partita sul gioco a lei più congeniale: grande difesa e rapido gioco in transizione, come quando Varaschin appoggia al 14’ il +14 (16-30), costringendo Paccariè al time-out. È uno dei tanti canestri di classe pura di Pasqualin a tenere a contatto Roma (27-34 al 19’) contro una Goldengas che rispetto al primo periodo in attacco è meno precisa, ma rimane comunque meritatamente avanti all’intervallo lungo 30-36. Per quello che si è visto per la prima metà di gara, non è un gran vantaggio: troppe ingenuità nel finale del secondo parziale. È Giacomini, chi se non lui, a ricacciare indietro la Luiss con la tripla del nuovo +10 al 24’ (35-45): poco dopo il capitano recupera palla, subisce fallo antisportivo da Egwoh che frutta altri tre punti ai biancorossi, di nuovo a +13 (37-50 al 25’). La Luiss, pur già salva, come da abitudine lotta dando il 100% e alza l’aggressività difensiva: i canestri da fuori di Pasqualin e Legnini riportano gli universitari a -4 (51-55 al 28’) ma al 30’ Goldengas ancora avanti 51-59. Il quintetto marchigiano però a quel punto si blocca sbagliando davvero troppo e la Luiss, sotto praticamente per tutta la partita, passa a condurre (66-63 al 37’), prima del nuovo controsorpasso Goldengas firmato da Giannini a 21 secondi dal termine (70-72). A 2 secondi dalla fine D’Argenzio penetra ma trova il muro della difesa ospite che poi subisce fallo con Varaschin, che piazza il libero della vittoria: 70-73. Senigallia, ancora una volta, giocherà i play-off per la A2: una continuità societaria davvero con pochi eguali.

Andrea Pongetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?