Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

La Jesina si gioca i playoff Biagio in bilico fino all’ultimo

Eccellenza, ultima giornata: con una vittoria i leoncelli sarebbero secondi. I chiaravallesi ospitano il fanalino, serve un punto per andare ai playout

La Vigor ha festeggiato il ritorno in serie D davanti a uno splendido pubblico
La Vigor ha festeggiato il ritorno in serie D davanti a uno splendido pubblico
La Vigor ha festeggiato il ritorno in serie D davanti a uno splendido pubblico

Una sola giornata alla fine (domenica ore 16.30), qualche verdetto già noto e molti altri ancora da sancire, con squadre che sperano ed altre che tremano. L’Eccellenza 2021-22 deve ancora emettere sentenze importanti, che riguardano la gran parte delle 17 partecipanti. Dando un’occhiata al calendario infatti soltanto Atletico Gallo Colbordolo-Vigor Senigallia è un match ininfluente, tanto che è stato anticipato a domani alle 15. Gallo già tranquillo senza play-off e play-out, vigorini ancora in festa per il ritorno in serie D dopo 18 anni e prevedibile turnover da parte di entrambe in un clima però non del tutto da vacanza. L’italoargentino D’Errico, trascinatore della capolista con 18 centri, si gioca infatti il titolo di capocannoniere con lo jesino Perri. Delle anconetane, anche il Marina, salvo con una giornata di anticipo, ha ormai poco da chiedere all’ultimo match di stagione (sul campo del Colli che cerca i play-off), mentre punti pesantissimi in palio ci sono per Jesina, Fabriano Cerreto e Biagio Nazzaro Chiaravalle. Nel big match del Carotti contro la Forsempronese, la Jesina si gioca la sua posizione nei play-off, già matematici: i leoncelli, ora quarti, potrebbero scendere al quinto posto (la posizione peggiore) perdendo, ma anche al secondo (la migliore), vincendo. Dettagli? Tutt’altro, perché in una classifica che alle spalle della fuggitiva Vigor è sempre stata cortissima, l’opportunità di poter giocare davanti al proprio pubblico le semifinali e l’eventuale finale, con inoltre la possibilità di accontentarsi del pari al 120°, sarebbe un aiuto non da poco. Fabriano Cerreto e Biagio Nazzaro giocano invece per la salvezza, ma la squadra di Giacometti sta decisamente meglio: ai fabrianesi basta un punto in casa con un Montefano ormai senza motivazioni apparenti per coronare un torneo in crescendo con la permanenza diretta. Un punto serve anche alla Biagio, ma soltanto per assicurarsi i play-out evitando la discesa immediata in Promozione: i rossoblù ospitano il Servigliano, come il Grottammare già retrocesso da tempo e strappare almeno il pari per gli spareggi salvezza non dovrebbe essere un’impresa. Più difficile, senz’altro, uscire indenni dagli stessi spareggi, che la Biagio sa già dover disputare dalla posizione peggiore, la quindicesima, non potendo più raggiungere chi sta davanti. Prima però, meglio pensare al Servigliano e al punto che serve per arrivare almeno ai play-out, dove c’è già l’Urbania che, chiamata ad osservare domenica il suo turno di riposo, non può più ambire alla salvezza diretta.

Andrea Pongetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?