Tamberi risponde a Mei "Da lui parole fuori luogo"

Al presidente Fidal: "Sto aspettando una sua chiamata dal giorno del Golden Gala"

Tamberi risponde a Mei  "Da lui parole fuori luogo"

Tamberi risponde a Mei "Da lui parole fuori luogo"

Gianmarco Tamberi non ci sta a subire i rimproveri del presidente Fidal Stefano Mei e risponde, spiegando anche che sta aspettando chiarimenti. Cerca di stemperare la polemica, forse, ma non gli riesce bene. Dopo il successo di domenica scorsa a Chorzow, in Polonia, infatti, prima uscita stagionale per il Gimbo nazionale tornato alle gare proprio in occasione degli Europei a squadre vinti dall’Italia grazie anche al suo contributo, Tamberi aveva sottolineato il suo mancato invito al Golden Gala e il presidente Mei aveva dimostrato di non gradire. Ieri il secondo episodio della serie: "La replica del presidente Stefano Mei alle mie parole? È ovvio che lui si sia esposto in quel modo – ha detto Tamberi –, ma dire che le mie parole abbiano rovinato quanto abbiamo fatto mi sembra un po’ fuori luogo, perché la storia che è stata scritta in questa Coppa Europa è talmente importante per l’atletica italiana che le mie parole erano una cosa personale che non potevo non dire". Gianmarco Tamberi, il campione olimpionico anconetano e capitano della spedizione azzurra, ha dunque tentato di chiarire dopo il precedente intervento, e sul possibile chiarimento col presidente federale, ha aggiunto: "Sto aspettando una sua chiamata dal giorno del Golden Gala; ci siamo parlati di altro, mi ha fatto i complimenti per la gara di ieri, ma per questo argomento qui mi continua a dire che dobbiamo parlare, ma in questa Coppa Europa non l’abbiamo fatto. Penso onestamente che non l’abbia fatto per non distrarmi dalla gara, aspetto di parlarci per capire motivazioni di questa scelta". Tamberi ha sottolineato anche che al Golden Gala non c’era nessun altro saltatore italiano, "specialità in cui siamo campioni olimpici in carica. Io non ho gareggiato, ma poteva esserci Sottile, Falocchi, Frassinotti... Abbiamo saltatori di livello".

g. p.