Ascoli, 10 agosto 2018 - Una punta belga di origini congolesi per l'Ascoli. Maecky Fred Ngombo Mansoni è l'ultimo elemento arrivato a rinforzare il reparto d'attacco della squadra allenata da Vincenzo Vivarini. Per l'Ascoli si tratta di un promettente classe '95 che, nonostante la sua giovane età, ha già avuto modo di cimentarsi in alcuni campionati importanti a livello internazionale con le maglie di Roda e Fortuna Dusseldorf. "Ho scelto Ascoli per la storia del club, il calore dei tifosi, il mister e il suo staff – ha dichiarato il 23enne nella conferenza di presentazione tenutasi ieri mattina nella consueta sede di corso Vittorio -. Sui tifosi mi sono documentato sul web, ho visto vari video e devo dire che sono sorprendenti. o che l'Ascoli è un club storico e anche questo ha influito sulla mia decisione. Penso che l'Ascoli sia una buona squadra e poi il campionato italiano lo reputo uno dei migliori, qui si fa un calcio molto tattico che ti permette di migliorare. La velocità è uno dei miei punti di forza, amo attaccare gli spazi anche durante la fase difensiva. Sono un tipo di attaccante fisico che ama giocare con un'altra punta al proprio fianco, a prescindere dal modulo che il mister sceglierà. Non so ancora quante reti riuscirò a mettere a segno, ma cercherò sicuramente di fare meglio possibile. Il calciatore famoso che mi piace in assoluto è Luis Nazario da Lima in arte Ronaldo, mi colpì molto nella sua esperienza con l'Inter. Penso che questa squadra abbia un ottimo allenatore come Vivarini, così come reputo ottimo il gruppo di elementi che si sta costruendo. Poi con dei tifosi così, cercavo proprio una piazza calda come questa".

Il destino sembrava averlo indirizzato verso Bari, poi l'esclusione del club biancorosso dal prossimo campionato di B ha visto Ngombo tornare sul mercato. E lì il ds Antonio Tesoro è stato rapido ad avventarsi su di lui come un falco. "Si tratta di un giocatore che era stato preso dal Bari – ha ammesso Gianni Lovato, direttore generale del Picchio -, ma come è stato rimesso in circolazione è stato abile il nostro direttore sportivo a contattare subito il suo agente e portarlo in bianconero. Siamo contenti di averlo qui perché si tratta di un giovane possente che ha maturato alcune significative esperienze internazionali. Basti pensare che è sceso in campo nell'Eredivisie mettendo a segno anche qualche gol. Le sue caratteristiche andranno a potenziare il reparto offensivo". Continua a svilupparsi su due fronti il mercato dell'Ascoli che oltre a veder l'arrivo di nuovi elementi sta allo stesso tempo cercando di risolvere le situazioni legate ai nomi in uscita. "Ardemagni è una delle opzioni in attacco – ha proseguito il dg -. Ganz invece è un giocatore che vogliamo assolutamente rilanciare. In uscita abbiamo trovato alcune società interessate, ma se alcuni giocatori sono ancora qui è perché qualcuno sta rifiutando determinate sistemazioni. Garantiamo a tutti i migliori diritti, ma chi deciderà di restare si assume la responsabilità di andare incontro a una stagione in cui non giocherà. Nei prossimi giorni ci saranno arrivi importanti".