Il tecnico dell'Ascoli, Vincenzo Vivarini
Il tecnico dell'Ascoli, Vincenzo Vivarini

Ascoli Piceno, 30 aprile 2019 - Secco il commento di Vincenzo Vivarini alla vigilia della gara di Brescia. Il tecnico bianconero sa bene che dopo il successo mancato di Cittadella ora all'Ascoli serve solo ed esclusivamente una vittoria per tenere vive le residue speranze di un piazzamento playoff. Davanti al Picchio però ci sarà un clima di festa che accoglierà le Rondinelle per consentire loro di spiccare definitivamente il volo verso quella serie A che manca da tanti anni. "Sicuramente l’atmosfera che si respira in questi giorni è quella di ogni settimana – ha commentato Vivarini -, quella che abbiamo sempre respirato. C’è consapevolezza dei nostri mezzi. Affronteremo la prima della classe con il giusto rispetto e con l’aria sbarazzina di una squadra che ha raggiunto l’obiettivo. Adesso vogliamo dimostrare che questo scenario ci sta stretto. Inoltre questa squadra ci ha dimostrato che negli appuntamenti importanti si è sempre presentata con uno spirito deciso e devo dire che, per i segnali ricevuti in questi giorni, sono molto fiducioso. Scenderemo al Rigamonti vogliosi di fare risultato, di certo mi aspetto una bella gara".

Tra gli elementi a disposizione il tecnico del Picchio potrà recuperare un tassello importante come Laverone, la cui assenza si è fatta sentire lungo l'out di destra, dove il giovane Andreoni ha incontrato varie difficoltà. A centrocampo, invece, Addae ha finito di scontare la squalifica di due giornate e potrà tornare a dare il proprio contributo di fisicità. Questo fa presagire che a lasciargli spazio potrebbe essere uno tra Cavion e Frattesi. In attacco probabilmente stavolta vedremo il ritorno in campo dal primo minuto di Ninkovic, che potrebbe giocare a supporto del tandem composto da Ardemagni e Ciciretti.

A caricare la truppa e l'ambiente ci ha pensato anche il patron Massimo Pulcinelli che attraverso i social ha voluto commentare il difficile impegno dell'Ascoli. "Fino alla fine senza paura – ha postato il patron -, mai mollare! Dobbiamo pensare che possiamo ancora farcela, che possiamo arrivare al nostro traguardo. Andiamo a Brescia per fare punti. Vincere? Perchè no...Perdere a casa della prima della classe è la cosa più normale che ci possa capitare. Se siamo gli uomini e i professionisti che conosco dal dopo Lecce, possiamo giocarcela con tutti. La differenza la faranno due cose: 1) la nostra testa, 2) la motivazione. Noi abbiamo testa e motivazione. Una zona di miglioramento? A volte molliamo prima della fine...Crediamoci fino in fondo! Forza Ascoli carica forte!".