Brescia-Ascoli (Lapresse)
Brescia-Ascoli (Lapresse)

Ascoli, 1 maggio 2019 – Il sogno bianconero termina al 'Rigamonti'. Con la sconfitta per 1-0 l'Ascoli torna alla nuda e cruda realtà abbandonando definitivamente ogni discorso legato ad una chance di raggiungere un piazzamento playoff.

A decidere l'incontro è la rete di Dessena. A scortare l'arrivo del pullman del Brescia allo stadio 3mila tifosi, 115 invece i sostenitori bianconeri presenti nel settore ospiti del 'Rigamonti'. Negli schieramenti iniziali Corini è costretto a schierare Mateju a destra al posto dello squalificato Andreoni, Martella si riprende il posto di terzino sinistro, mentre in attacco alle spalle del tandem Donnarumma-Torregrossa va in campo Spalek. L'Ascoli di Vivarini risponde con Andreoni a destra come terzino nonostante le innumerevoli difficoltà mostrate a Cittadella. Sulla mediana Addae torna ad affiancare Troiano e Frattesi. Nel tridente offensivo Ninkovic riacquista i panni di trequartista centrale dietro ad Ardemagni e Chajia. A sorpresa restano in infermeria Ciciretti e Rosetti. 

IL COMMENTO Solo applausi di Daniele Perticari

Dopo appena qualche minuto è Torregrossa a farsi vedere dalle parti di Lanni. Ma l'Ascoli non attende a rispondere con due conclusioni da fuori prodotte da Frattesi e Chajia. Poco più tardi è Addae ad impattare male di testa sugli sviluppi di un corner. Questo lascia testimoniare la serenità e la sicurezza dei bianconeri. Il pubblico di casa spinge forte e a colpire il palo poco prima della mezz'ora è Dessena: il suo tiro si stampa sul legno.

Le Rondinelle prendono il sopravvento e a mancare l'appuntamento col gol è Torregrossa, il suo pallonetto a Lanni termina alto. Il vantaggio è nell'aria e a rompere gli equilibri ci pensa Dessena. Addae si addormenta dimenticandosi completamente di lui. Così per il centrocampista è un gioco da ragazzi ricevere il servizio di Bisoli per poi battere Lanni da due passi. Nella ripresa dopo appena una decina di minuti Vivarini richiama Ninkovic per gettare nella mischia Ganz. Il cambio operato però non sortisce grandi effetti, di fatto non accade più nulla fino al termine dei 5 minuti di recupero che spazzano via definitivamente i sogni di gloria del Picchio e consegnano la serie A ai lombardi. 

Il tabellino 

BRESCIA-ASCOLI 1-0 (primo tempo 1-0)

Marcatori: 36' pt Dessena. 

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Mateju, Romagnoli, Cistana, Martella; Dessena (45' st Gastaldello), Tonali, Bisoli; Spalek (35' st Dall'Oglio); Torregrossa, Donnarumma (24' st Morosini).
A disposizione: Andrenacci, Rodriguez, Viviani, Semprini, Tremolada.
All. Corini. 

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Andreoni, Brosco, Valentini, Rubin; Addae (26' st Cavion), Troiano, Frattesi; Ninkovic (11' st Ganz); Ardemagni, Chajia (33' st Baldini).
A disposizione: Milinkovic-Savic, D'Elia, Iniguez, Padella, Quaranta, Casarini, Coly, Laverone, Ngombo. 
All. Vivarini.

Arbitro: Baroni di Firenze.

Note: spettatori 13mila circa; ammoniti Bisoli e Mateju per il Brescia, Troiano per l'Ascoli; corner 5-2 per il Brescia; recupero 1' pt, 5' st.

Brescia-Ascoli, rivivi il match - Serie B, risultati e classifica in tempo reale