Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 apr 2022

Ascoli Cittadella 0-0, il Picchio porta a casa il potenziale punto playoff

Serie B, 36esima giornata. I bianconeri si spartiscono la posta in palio dopo aver sfiorato il successo nella ripresa. Sugli spalti applausi dai 6mila presenti



25 apr 2022
massimiliano mariotti
Sport
Bicchiere mezzo pieno per i tifosi del Picchio, i playoff sono ormai quasi in tasca
Bicchiere mezzo pieno per i tifosi del Picchio, i playoff sono ormai quasi in tasca
Bicchiere mezzo pieno per i tifosi del Picchio, i playoff sono ormai quasi in tasca
Bicchiere mezzo pieno per i tifosi del Picchio, i playoff sono ormai quasi in tasca

Ascoli, 25 aprile 2022 - Il Picchio impatta 0-0 con l'osso duro Cittadella e porta a casa quel punto che potrebbe bastare per raggiungere il traguardo playoff. Per la certezza ed eventuali risvolti si attendono i risultati del pomeriggio delle altre concorrenti. Sugli spalti sono stati oltre 6mila gli spettatori ad applaudire i beniamini di casa per un bel colpo d'occhio. Prima dell'avvio al Del Duca si percepisce un misto di sensazioni che vanno dall'euforia alla tensione per quella vittoria che tutti vorrebbero festeggiare. Il riconfermato 4-3-1-2 di Sottil vede Quaranta duettare con Botteghin al centro della difesa.

In cabina di regia la scelta cade su Eramo, mentre Paganini viene ribattezzato trequartista centrale. Nel Cittadella Gorini cambia rispetto ad una settimana fa: Maniero tra i pali, Cassandro, Perticone, Mastrantonio, Danzi e Beretta dal primo minuto. Il fischio d'avvio alle 12,30 è un orario anomalo rispetto a quanto accaduto nelle recenti sfide disputate. Cassandro avvisa subito il Picchio con un missile da lontano dopo appena un quarto d'ora di gara. Il terzino dei veneti impatta il palo esterno alla sinistra di Leali. Bidaoui e Dionisi decidono di rispondere con un'ottima e rapida intesa. Il capitano protesta per un ipotetico tocco di mano di un avversario.

Il silent check risolve la questione con un nulla di fatto. Il Cittadella, come anticipato alla vigilia, non è in vena di regali. La retroguardia bianconera si fa sorprendere su un calcio piazzato che porta al vantaggio dell'ex Beretta. Dopo varie proteste della formazione di casa Minelli viene richiamato al var e annulla il vantaggio veneto per un fallo operato da Branca su Dionisi. La decisione viene accolta con un'ovazione simile a quella per un gol fatto. Alla mezz'ora i tifosi del Picchio espongono in curva nord uno striscione dedicato ai quattro ragazzi di Appignano tragicamente scomparsi quel maledetto 23 aprile 2007. Il trascorrere dei minuti vede gli ospiti prendere campo e salire di ritmo.

Nel tridente offensivo Antonucci rifornisce bene gli ex Baldini e Beretta che ci provano dal limite con imprecisione. L'Ascoli fa fatica a velocizzare il giro palla e davanti Paganini si perde in mezzo alle maglie gialle della formazione ospite in una posizione non proprio consona alle proprie caratteristiche. Il tecnico bianconero all'intervallo capisce dove intervenire e al rientro in campo per la ripresa getta nella mischia Collocolo e Maistro. I due cambi scuotono subito i bianconeri. Collocolo calcia alto da ottima posizione dopo una splendida percussione per vie centrali. Il match non si sblocca. Nella mezz'ora finale Sottil davanti si affida alla fisicità di Tsadjout. Si guadagna lui la punizione velenosa che Maistro calcia bene trovando la pronta risposta di Maniero. Poco più tardi è sempre il centravanti a sfiorare il tanto atteso vantaggio. Negli istanti finali invece è Leali a superarsi sul sinistro di Laribi diretto all'angolino. Al triplice fischio finale così l'Ascoli esce tra gli applausi dei propri sostenitori portando a casa il terzo risultato positivo consecutivo e il settimo punto in tre gare. Quello conquistato potrebbe essere il punto che serviva.

Il tabellino

ASCOLI-CITTADELLA 0-0 (primo tempo 0-0)

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Salvi (29' st Baschirotto), Botteghin, Quaranta, Falasco; Saric (37' st Ricci), Eramo (1' st Collocolo) Caligara; Paganini (1' st Maistro); Dionisi, Bidaoui (14' st Tsadjout).
A disposizione: Guarna, D'Orazio, Tavcar, Iliev, De Paoli, Bellusci, Fontana. All. Sottil.

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Cassandro, Del Fabro, Perticone, Donnarumma; Mastrantonio (18' st Lores Varela), Danzi (10' st Laribi), Branca; Antonucci (10' st Vita); Beretta (38' st Tavernelli), Baldini.
A disposizione: Kastrati, Visentin, Mazzocco, Frare, Mattioli, Pavan. All. Gorini.

ARBITRO: Minelli di Varese.

NOTE: 6.164 spettatori (857 abbonati) per un incasso complessivo di 69.588,40 euro (10.232,40 euro rateo abbonati); ammoniti Eramo per l'Ascoli, Perticone, Donnarumma, Branca, Lores Varela, Tavernelli per il Cittadella; corner 7-4 per il Cittadella; 2' pt, 6' st.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?