Cosenza Ascoli, Scamacca protagonista (Foto LaBolognese d'archivio)
Cosenza Ascoli, Scamacca protagonista (Foto LaBolognese d'archivio)

Ascoli, 3 luglio 2020 - Il Picchio risorge a Cosenza e strappa una vittoria fondamentale. Al San Vito-Marulla i bianconeri passano per 1-0. Il match winner della serata è Scamacca dopo una sfida tesa e giocata a viso aperto da entrambe le contendenti. L'Ascoli scende in campo con la consueta divisa bianconera e i calzettoni rossi in ricordo del Presidentissimo Costantino Rozzi, proprio come nella sfida di lunedì sera contro il Crotone. Negli schieramenti iniziali Dionigi recupera Brosco e Cavion. Chi non ce la fa invece è Andreoni, costretto al forfait proprio alla vigilia della gara. Al suo posto il tecnico del'Ascoli sceglie Padoin come cursore di destra. In attacco Ninkovic va regolarmente in campo dal primo minuto insieme a Morosini e Scamacca. Il Cosenza di Occhiuzzi vede i preziosi rientri di Monaco e Idda in difesa. In mediana Bruccini e Broh cedono il posto a Prezioso e Sciaudone, mentre nel tridente offensivo Baez e Carretta agiscono a supporto di Riviere.

L'analisi Ascoli, il capolavoro di Nicola e Davide

Al fischio d'avvio il Cosenza, come annunciato alla vigilia dal proprio allenatore, alza i ritmi e imprime fin da subito una manovra rapida volta a liberare i propri attaccanti con verticalizzazioni di prima intenzione. Il Picchio soffre e prova a controllare le sortite avversarie con attenzione per poi ripartire negli spazi. I primi sussulti dell'incontro sono di stampo calabrese. A scaldare i guanti di Leali ci pensa Riviere con un velenoso diagonale di sinistro. Qualche minuto più tardi invece è D'Orazio di testa a sfiorare la traversa. La risposta bianconera arriva con un violento destro di Scamacca che però non prende lo specchio della porta. A pochi istanti dal rientro negli spogliatoi per l'intervallo sono ancora i lupi ad affacciarsi minacciosamente in area bianconera: Baez cerca l'appoggio al centro per Riviere che viene anticipato da Ferigra.

Scamacca ha l'occasione per gelare i padroni di casa in avvio di ripresa. L'attaccante a tu per tu con Perina calcia male di sinistro sparando sul corpo dell'estremo difensore rossoblù. Il Picchio è più intraprendente rispetto alla prima frazione di gara. È il preludio al gol bianconero che arriva proprio grazie alla freddezza di Scamacca. Ninkovic illumina il 21enne romano con un filtrante rasoterra e così il numero 9 dell'Ascoli supera senza difficoltà Perina. Poco più tardi proprio Scamacca è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Al suo posto subentra Trotta.

Occhiuzzi prova a scuotere i suoi con gli ingressi di Bruccini e Corsi per Legittimo e Casasola. La reazione dei calabresi è disordinata, Dionigi richiama anche Morosini e passa ad un più coperto 3-5-2 gettando nella mischia Petrucci. Nel finale la stanchezza si fa sentire da ambo le parti, il Cosenza si getta in avanti alla disperata ma i 6' di recupero finale non bastano per consentire ai lupi di riacciuffare il risultato. Al triplice fischio finale di Abbattista l'Ascoli torna alla vittoria e strappa 3 punti pesantissimi in chiave salvezza.


Cosenza Ascoli, il tabellino

COSENZA-ASCOLI 0-1 (primo tempo 0-0)
Marcatori: 17' st Scamacca.
COSENZA (3-4-3): Perina; Monaco (29' st Capela), Idda, Legittimo (23' st Bruccini); Casasola (23' st Corsi), Sciaudone, Prezioso (36' st Lazaar), D'Orazio; Carretta (29' st Asencio), Riviere, Baez.
A disposizione: Saracco, Broh, Bahlouli, Schiavi, Machach, Kone, Bittante.
All. Occhiuzzi.
ASCOLI (3-4-1-2): Leali; Ferigra, Brosco, Ranieri; Padoin, Cavion, Brlek (35' st Eramo), Sernicola; Morosini (28' st Petrucci); Scamacca (22' st Trotta), Ninkovic (35' st Pinto).
A disposizione: Marchegiani, Novi, Valentini, Troiano, Piccinocchi, Maurizii, Matos, De Alcantara.
All. Dionigi.
Arbitro: Abbattista di Molfetta.
Note: ammoniti Sciaudone, Prezioso per il Cosenza, Sernicola, Brlek e Cavion per l'Ascoli; corner 7-2 per il Cosenza; 0' pt, 6' st.








Cosenza Ascoli, la cronaca del match minuto per minuto