Laverone e Strefezza (Foto LaPresse)
Laverone e Strefezza (Foto LaPresse)

Cremona, 23 febbraio 2019 – L'Ascoli si scrolla di dosso i malumori con un risultato importantissimo. Allo 'Zini' i bianconeri strappano una splendida vittoria (FOTOper 1-0 al termine di una gara difficile e decisa soltanto nel corso della ripresa con un gol di Rosseti. Il consolidato 4-3-1-2 di Vivarini ancora una volta riserva sorprese. A centrocampo Cavion vince il ballottaggio con Frattesi per affiancare Troiano e Addae, mentre in attacco incredibilmente Ciciretti viene lasciato inizialmente fuori per fare spazio a Rosseti. La Cremonese di Rastelli lascia il 4-4-2 per giocare in maniera speculare ai bianconeri.

IL COMMENTO Addae è maestoso, Rosseti zittisce tutti - di Daniele Perticari

CREMONESE ASCOLI_37189754_162203

Nel quartetto difensivo Migliore vince il ballottaggio con Renzetti nel ruolo di terzino sinistro, mentre sulla mediana si rivede Arini dal primo minuto. Strefezza viene schierato trequartita alle spalle del tandem Piccolo-Carretta. Come facilmente prevedibile alla vigilia la prima parte del match vede entrambe le pretendenti studiarsi a vicenda senza concedere troppo al rispettivo avversario. A rompere gli indugi è la Cremonese con Carretta. L'attacante resiste a Brosco e calcia strozzando troppo il suo diagonale sinistro che finisce a lato. La risposta dell'Ascoli non si fa attendere e arriva con una punizione dal limite calciata da Ninkovic, tentativo che Ravaglia blocca senza troppe difficoltà. Poco più tardi Milinkovic-Savic rilancia con superficialità e finisce per consegnare la sfera a Soddimo che però spara alto. 

Altra musica nel secondo tempo che si apre con un Ascoli decisamente più intraprendente, d'altronde i risultati dei primi tempi fatti registrare negli altri campi non sono confortanti. Così gli uomini di Vivarini alzano il baricentro e provano a rendersi maggiormente pericolosi. Il primo tentativo della ripresa arriva da una palla invitante messa al centro da D'Elia ma sparata alta di testa da Rosseti. I bianconeri ci riprovano più tardi sugli sviluppi di una carambola in area che favorisce Beretta, l'attaccante però spara alto da due passi prima di essere atterrato da Arini. I grigiorossi provano a reagire: Piccolo serve Strefezza che dal limite si vede deviare il suo violento destro in angolo. Per sbloccare l'incontro serve un episodio e la giocata che non ti aspetti arriva proprio dai piedi Rosseti.

L'attaccante, che fino a quel momento aveva giocato una brutta gara, recupera un pallone vagante al limite, salta Arini e fredda Ravaglia con un destro rasoterra all'angolino basso. In vantaggio per 1-0 Vivarini prova a blindare il risultato richiamando proprio l'autore del gol per inserire Rubin. Tatticamente il Picchio passa al 4-4-1-1. Nel finale i padroni di casa prima sfiorano dopo una giocata di Emmers che mette sul secondo palo a porta sguarnita: a salvare tutto è Cavion. I minuti passano e il nervosismo sale per i lombardi che restano anche in dieci per l'espulsione di Montalto. L'ex bianconero perde la testa e compie un gesto folle ai danni di Addae, inevitabile il rosso. Al termine del recupero il triplice fischio di Nasca consegna all'Ascoli una vittoria fondamentale per riprendere il cammino verso il traguardo salvezza. In classifica il Picchio scavalca proprio la Cremonese e sale a quota 28 punti. 

Il tabellino

CREMONESE-ASCOLI 0-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 23' st Rosseti.
CREMONESE (4-3-1-2): Ravaglia; Mogos, Caracciolo, Claiton, Migliore; Castagnetti (33' st Emmers), Arini, Soddimo (15' st Longo); Strefezza (28' st Montalto); Piccolo, Carretta.
A disposizione: Agazzi, Volpe, Rondanini, Del Fabro, Renzetti, Boultam, Croce, M'Baye.
All. Rastelli. 
ASCOLI (4-3-1-2): Milinkovic-Savic; Laverone, Brosco, Valentini, D'Elia (18' st Frattesi); Addae, Troiano, Cavion; Ninkovic (47' st Ciciretti); Beretta, Rosseti (26' st Rubin). 
A disposizione: Bacci, Scevola, Quaranta, Andreoni, Iniguez, Casarini, Chajia, Keba Coly, Ngombo. 
All. Vivarini.
Arbitro: Nasca di Bari.
Note: spettatori 6mila circa; ammoniti Piccolo per la Cremonese, Rosseti, Troiano e Brosco per l'Ascoli; espulso al 45' st Montalto della Cremonese per condotta violenta; corner 7-1 per la Cremonese; recupero 1' pt, 4' st.

Rivivi i momenti salienti del match - La classifica in tempo reale