L'omaggio iniziale dei tifosi bianconeri nei confronti di Carletto Mazzone
L'omaggio iniziale dei tifosi bianconeri nei confronti di Carletto Mazzone

Ascoli, 4 maggio 2019 - Congedo amaro per l'Ascoli. Nell'ultima gara casalinga del campionato i bianconeri di Vivarini non riescono a chiudere con un successo davanti al pubblico di casa. Al Del Duca a festeggiare è il Palermo con il risultato finale di 1-2. Al vantaggio del rosanero Moreo era riuscito a rispondere Addae prima del gol vittoria di Haas. Formazione completamente stravolta per l'Ascoli che all'ultimo deve fare a meno di Brosco e Ninkovic. A loro si aggiunge un turn-over di larga scala che vede il rientro di Laverone e D'Elia in difesa, Casarini e Cavion a centrocampo. In attacco, invece, è Ciciretti ad agire sulla trequarti alle spalle del tandem Ardemagni-Chajia. Il Palermo di Rossi risponde con il suo consueto undici titolare. Dietro rientra dal primo minuto l'ex Bellusci. In attacco a sostituire Nestorovski è Puscas. Prima del fischio d'avvio i tifosi bianconeri assiepati nella nuova tribuna est 'Mazzone' tributano il loro omaggio al tecnico romano, autentico protagonista delle pagine più belle della storia del Picchio insieme all'indimenticato presidentissimo Rozzi.

Rivivi i momenti salienti della partita - Classifica e risultati live


Dopo una lunga fase di studio il match stenta a decollare. Entrambe le pretendenti restano fortemente concentrate nel non prenderle. Questo atteggiamento naturalmente influenza la gara che, seppur piacevole, non vede nessuna occasione da rete degna di nota fino alla mezz'ora di gioco. Col passare dei minuti il palleggio del Palermo prende pian piano il sopravvento, ma dopo l'occasione mancata da Jajalo è Chajia ad accendere la partita con un tiro violento dal limite che Brignoli blocca senza troppe difficoltà. L'Ascoli a pochi minuti dall'intervallo reclama per un intervento in area ai danni di Cavion e poco più tardi è Moreo a sfiorare il vantaggio. Il suo destro si stampa sulla schiena di un bianconero.


Alla fine del primo tempo con le squadre negli spogliatoi a recuperare le energie sono i ragazzi della squadra di quarta categoria a scendere in campo. L'iniziativa vede gli stessi protagonisti in una serie di rigori calciati nella porta posizionata sotto la curva nord. Al rientro delle squadre per la ripresa del gioco le due formazioni rompono gli indugi e provano ad osare qualcosina in più. A salvare il risutato è Lanni su un tiro ravvicinato di Moreo dopo una carambola fortunosa in area. È il preludio al vantaggio rosanero che arriva qualche minuto dopo proprio dal destro dello stesso Moreo. Il centravanti si fa trovare pronto a ribadire in rete dopo un tiro cross basso di Szyminski che il portiere del Picchio riesce solo a deviare. La gioia del gol dura davvero poco. A riportare subito il risultato in parità ci pensa Addae. Il ghanese si fa trovare pronto per spingere dentro un bel traversone prodotto dal destro di Casarini. A dieci minuti dal termine gli ospiti tornano nuovamente in vantaggio, ma ad annullare è l'assistente di Fourneau per fuorigioco. Il Picchio abbassa il livello di intensità e gli uomini di Rossi prendono il controllo del match. I siciliani vanno ancora in gol con Haas, stavolta è tutto regolare. Nei 5 minuti di recupero finali non accade più nulla e così il Palermo porta a casa un successo fondamentale per sperare ancora nella promozione diretta. L'Ascoli invece chiude il proprio cammino casalingo con un ko.

Il tabellino

ASCOLI-PALERMO 1-2 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 15' st Moreo (P), 18' st Addae (A), 41' st Haas (P).

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone, Padella, Valentini, D'Elia; Addae (32' st Frattesi), Casarini, Cavion; Ciciretti; Ardemagni, Chajia (42' st Coly).
A disposizione: Milinkovic-Savic, Scevola, Rubin, Quaranta, Andreoni, Troiano, Baldini, Iniguez, Ganz, Ngombo.
All. Vivarini.

PALERMO (4-3-1-2): Brignoli; Szyminski, Bellusci, Rajkovic, Mazzotta (48' st Aleesami); Murawski (25' st Fiordilino), Jajalo, Haas; Trajkovski; Puscas (32' st Falletti), Moreo.
A disposizione: Pomini, Rispoli, Accardi, Gunnarson, Lo Faso, Ingegneri, Pirrello.
All. Rossi.

Arbitro: Fourneau di Roma.

Note: 6.541 spettatori (2.970 paganti, 3.571 abbonati) per un incasso totale di 45.543 euro; ammoniti Casarini per l'Ascoli, Moreo, Rajkovic, Jajalo e Szyminski per il Palermo; corner 4-3 per l'Ascoli; recupero 0' pt, 5' st.