Ascoli, 13 marzo 2018 - Animi distesi al Picchio Village, stamattina è tornata la serenità dopo il dispiegamento di forze dell’ordine e steward avvenuto alla ripresa dei lavori di ieri, quando squadra e staff tecnico erano tornati in campo dopo l’aggressione in centro a due bianconeri avvenuta sabato sera al rientro da Venezia.

In realtà il centro sportivo è quasi sembrato la fortezza Bastiani del celebre romanzo ‘Il deserto dei Tartari’ di Dino Buzzati, mancavano soltanto le balle sospinte dal vento ad accompagnare l’allenamento dell’Ascoli. Soltanto un tifoso ha provato a seguire la seduta cercando di sbirciare da fuori, visto che anche stavolta le recinzioni che consentono l’ingresso ai tifosi erano rimaste serrate. Sul rettangolo verde tutto si è svolto in un clima molto disteso e sereno. Qualcuno è tornato a sorridere e scherzare tra un esercizio e l’altro.

Le buone notizie sono arrivate in relazione al reparto mediano dove sia Buzzegoli che Martinho sono sembrati in grado di poter scendere in campo nella sfida salvezza di sabato contro la Ternana. Il brasiliano ha smaltito bene l’affaticamento muscolare che non gli aveva permesso di tornare ad allenarsi con il resto del gruppo subito dopo la gara del ‘Penzo’, mentre il regista dovrebbe essere regolarmente inserito nell’undici titolare di Cosmi per cercare di sviluppare la manovra in fase di possesso.

Più complicata la situazione fisica di Bianchi che ha svolto un tipo di lavoro individuale. Ancora fermo ai box, invece, il portiere Lanni per il problema al polpaccio. Al suo posto da un paio di giorni è stato convocato in prima squadra il portiere classe 2001 Simone Mercorelli, estremo difensore della formazione under 17 del vivaio.

Non ci saranno per squalifica Kanouté e De Santis. Il mediano senegalese proprio contro la formazione allenata da Pippo Inzaghi ha collezionato il suo quinto giallo (il secondo con la maglia dell’Ascoli) che non gli consentirà di poter essere convocato.

Tatticamente in difesa Cosmi potrebbe sfoderare un terzetto inedito con Padella che andrà ad affiancare Mengoni e Cherubin. Mentre a centrocampo lo staff sta valutando se continuare sulla strada della linea a cinque oppure rinunciare ad un mediano per mettere in campo un trequartista dietro al tandem Ganz-Monachello. Domani doppia seduta a porte chiuse.