Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

Ascoli Reggina 2-0, il Picchio reagisce di forza con Caligara e Bidaoui

Serie B, 34esima giornata. I bianconeri sbloccano la gara nella ripresa e gestiscono il doppio vantaggio. Al triplice fischio è festa bianconera

massimiliano mariotti
Sport
L'esultanza dei bianconeri sotto il settore dei tifosi di casa
L'esultanza dei bianconeri sotto il settore dei tifosi di casa

Ascoli Piceno, 10 aprile 2022 - Il Picchio scaccia i malumori con una reazione di forza e mette ko la Reggina. Il 2-0 finale è frutto dei lampi di Caligara e Bidaoui, ma è tutta la squadra a mettere in campo un prova convincente. Sugli spalti è record stagionale con quasi 5mila presenze. A fine gara tutto il popolo bianconero è potuto tornare a festeggiare insieme ai propri beniamini. In campo dopo un primo tempo equilibrato il match si sblocca nella ripresa. Nel finale la formazione di Sottil va addirittura vicino al tris.

Negli schieramenti iniziali vengono confermate confermate quasi tutte le sensazioni della vigilia. Inevitabile il ritorno al super collaudato 4-3-1-2. Leali tra i pali. In difesa Salvi vince il ballottaggio con Baschirotto. Il terzetto mediano vede all'opera Collocolo, Buchel e Caligara. Il tandem d'attacco Dionisi-Bidaoui è assistito sulla trequarti da Ricci. Classico 3-5-2 per gli amaranto. A guidare gli assalti sono l'altro ex Montalto e Menez. Le squadre vengono accolte da una splendida coreografia di bandiere bianconere. Tensione e nervosismo ne fanno da padroni nella prima parte del confronto.

A ricorrere alle maniere forti sono soprattutto gli ospiti che in mezz'ora di gioco collezionano già quattro gialli. Ad aprire le danze è il palo colpito da Folorunsho di testa. La risposta bianconera non si fa attendere con Caligara. Il suo fendente mancino fa la barba al palo. L'Ascoli può rientrare all'intervallo in vantaggio: Salvi manca il tap-in. Nella ripresa Sottil punta su Saric. Il bosniaco ha subito il piglio giusto. A produrre il lampo però è Caligara. Se il primo tentativo aveva sfiorato il palo, il secondo va a segno. In vantaggio la Reggina è costretta ad aprirsi. Il Picchio prova a chiudere con Buchel. Gli spazi diventano terreno fertile per Bidaoui: slalom, gol e raddoppio. Il 2-0 annichilisce i calabresi che rischiano di subire anche la terza rete con il doppio tentativo ravvicinato e murato a Saric e Dionisi. Il palo finale di Cortinovis non riapre la gara e non rovina la festa ai tifosi del Picchio. In classifica è contro sorpasso sul Frosinone.

Ascoli Reggina 2-0, il tabellino

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Salvi, Botteghin, Bellusci, Falasco; Collocolo (1' st Saric), Buchel, Caligara (36' st Paganini); Ricci (17' st Maistro); Dionisi (39' st Iliev), Bidaoui (36' st Eramo).
A disposizione: Guarna, D'Orazio, Tavcar, Baschirotto, Quaranta, De Paoli, Fontana. All. Sottil.
REGGINA (3-5-2): Turati; Aya (34' st Cortinovis), Cionek, Stavropoulos; Giraudo (16' st Lombardi), Folorunsho, Crisetig, Hetemaj, Bellomo (16' st Kupisz); Montalto (16' st Rivas), Menez (34' st Tumminello).
A disposizione: Micai, Amione, Loiacono, Bianchi, Galabinov, Denis, Ejjaki. All. Stellone.
ARBITRO: Di Martino di Teramo.
MARCATORI: 10' st Caligara, 21' st Bidaoui.
NOTE: 4.891 spettatori (857 abbonati) per un incasso complessivo di 53.465,40 euro (10.232,40 euro rateo abbonati); ammoniti Bellusci, Caligara, Collocolo, Buchel per l'Ascoli, Menez, Stavropoulos, Montalto, Cionek, Folorunsho, Hetemaj per la Reggina; corner 7-4 per l'Ascoli; 2' pt, 3' st.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?