Il tecnico bianconero Serse Cosmi

Ascoli, 9 giugno 2018 - Toto allenatori, la serie di avvicendamenti sulle panchine dei 22 club di serie B è pronto a prendere ufficialmente il via. In primis resta ancora appesa al filo la posizione di Serse Cosmi con l'Ascoli. Anche lui, proprio come i tanti tifosi bianconeri, sta cercando di capire se avrà la possibilità di ritirare il suo premio. Parliamo naturalmente di quel rinnovo contrattuale automatico che il tecnico aveva stipulato con i vertici societari del club di corso Vittorio lo scorso dicembre 2017 proprio nei giorni antecedenti alla sfida con l'Entella che sancì il suo esordio alla guida del Picchio. Le trattative avviate dal patron Bellini sembrano andare avanti per le lunghe e questo potrebbe costringere così Cosmi a guardarsi intorno per evitare di arrivare a fine giugno senza aver trovato una buona sistemazione per il campionato cadetto. Chi invece scalpita per iniziare la sua avventura sulla panchina del Brescia è David Suazo. L'ex attaccante di Cagliari e Inter dopo quattro stagioni passate a fare esperienza alla guida delle formazioni giovanili dei sardi ha avuto la grande chance di allenare le Rondinelle. Non essendo ancora dotato del patentino da allenatore Uefa B, necessario per la serie cadetta, Suazo sarà inizialmente affiancato da Ivo Pulga. Proprio quest'ultimo grazie allo 0-0 strappato al Del Duca all'ultima giornata è riuscito a centrare la salvezza diretta evitando il pericolo di un sorpasso da parte dell'Ascoli che poi ha potuto mantenere la categoria soltanto dopo la doppia sfida playout con l'Entella.

La giornata di lunedì, invece, potrebbe essere decisiva per capire se Claudio Foscarini sarà ancora l'allenatore dell'Avellino. Il tecnico veneto incontrerà la dirigenza per decidere il proprio futuro dopo la salvezza conquistata in extremis. Qualora le parti non dovessero giungere ad un accordo i nomi dei sostituti in pole per sostituirlo sono quelli di Mauro Zironelli e Michele Marcolini. A Bari resta bloccata da una clausola di rescissione la posizione di Fabio Grosso, nonostante il pressing insistente operato dal Verona che avrebbe intenzione di ripartire in B con il campione del mondo. Il Foggia dopo l'addio di Giovanni Stroppa, sempre più vicino alla panchina del Crotone, sta cercando di guardarsi intorno sondando le ipotesi legate ai nomi di Davide Nicola e l'outsider Mauro Zironelli. Ancora in cerca di sistemazione l'ex tecnico del Perugia Roberto Breda che dopo l'esonero con gli umbri sta valutando con quale club cadetto ripartire.