Il gol di Sabiri da calcio piazzato
Il gol di Sabiri da calcio piazzato

Vicenza, 19 dicembre 2020 – Cade sempre più a picco l'Ascoli di Delio Rossi verso il fondo della classifica. Il 'Menti' si conferma ancora tabù condannando i bianconeri ad uscire sconfitti per 2-1: è la nona sconfitta in 13 incontri. Numeri drammatici che iniziano ad aprire alla concreta ipotesi di una retrocessione diretta. A sancire la vittoria del Vicenza nei secondi finali è l'ex Padella dopo il momentaneo vantaggio veneto di Meggiorini e il seguente pari di Sabiri su calcio piazzato.

Ascoli Calcio, non è colpa di Padella…

In un'altra gara drammatica per il club di corso Vittorio prima dell'avvio il tecnico del Picchio era stato costretto a ridisegnare la linea difensiva dopo la squalifica di Brosco e il forfait dell'ultimo minuto di Avlonitis. Di Carlo invece, aveva potuto recuperare dal primo minuto alcuni elementi importanti come Dalmonte e Meggiorini. In campo la sfida è stata tutto sommata equilibrata con due pretendenti incapaci di dare vita ad un gioco brillante, ma comunque pronte ad affrontarsi a viso aperto.

Piove subito sul bagnato per l'Ascoli. Nel primo minuto di gioco è Saric a calciare male da buona posizione. L'occasione creata dal Picchio è soltanto un fuoco di paglia. A prendere le redini dell'incontro infatti è il Vicenza. Al 9' i biancorossi sono già in vantaggio. La rete dell'1-0 arriva con Meggiorini, bravo a colpire di sinistro su un traversone basso di Dalmonte prodotto dalla sinistra. Nell'occasione del gol Quaranta concede qualche spazio all'esperto attaccante che non mostra alcuna fatica ad infilare Leali.

La reazione degli uomini di Delio Rossi anche stavolta non arriva. Fortunatamente i padroni di gara non creano un granché e così i bianconeri restano in gara. La prima frazione si chiude senza grandi pericoli creati dalle parti di Grandi. Nella ripresa Buchel la combina grossa appoggiando all'indietro di testa e servendo Guerra che da solo davanti all'estremo difensore dell'Ascoli si fa deviare alto in corner.

Soltanto un fulmine a ciel sereno può salvare l'Ascoli. Lampo che arriva sul meraviglioso calcio piazzato di Sabiri. Il destro del marocchino si infila perfettamente sotto l'incrocio dei pali. Il Picchio prova a crederci gettandosi negli spazi concessi. A prendere l'iniziativa è il subentrato Donis con un destro violento da lontano. Gli assalti partono da fuori dell'area di rigore avversaria e dopo il tentativo del centrocampista greco ecco arrivare anche quello di Buchel che impegna di nuovo Grandi.

Ma proprio quando il match sembra avviarsi verso il pareggio il Vicenza infligge un colpo durissimo. A condannare ancora una volta il Picchio negli istanti finali è l'ex Padella. Il difensore trova la deviazione fatale dopo una sponda aerea di Gori. Non c'è il tempo neanche di provare un ultimo disperato tentativo che l'arbitro Marchetti decreta la conclusione della partita. L'Ascoli così non si rialza e sprofonda sempre più verso una retrocessione diretta che adesso inizia purtroppo a prendere forma in maniera concreta.

Il tabellino

VICENZA-ASCOLI 2-1 (primo tempo 1-0)

VICENZA (4-4-2): Grandi; Bruscagin, Cappelletti, Padella, Barlocco; Guerra (28' st Giacomelli), Da Riva (42' st Zonta), Rigoni (27' st Cinelli), Dalmonte; Meggiorini (28' st Gori), Jallow (16' st Longo).
Panchina: Perina, Zecchin, Scoppa, Bizzotto, Pasini, Marotta, Fantoni.

ASCOLI (4-1-4-1): Leali; Corbo, Spendlhofer, Quaranta, Sini (22' st Sarzi Puttini); Buchel; Sabiri, Cavion (8' st Donis), Saric, Cangiano (27' st Chiricò); Bajic.
Panchina: Ndiaye, Sarr, Pucino, Gerbo, Eramo, Tupta, Vellios, Pierini.
All. Rossi.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido.

Marcatori: 9' pt Meggiorini (V), 21' st Sabiri (A), 48' st Padella (V).

Note: gara disputata a porte chiuse; ammoniti Rigoni, Da Riva e Gori per il Vicenza, Saric per l'Ascoli; corner 7-6 per il Vicenza; 0' pt, 5' st.