I rappresentanti del Carnevale storico del Piceno e la piazza piena
I rappresentanti del Carnevale storico del Piceno e la piazza piena

Ascoli Piceno, 15 febbraio 2020 - "Invitiamo tutti ad evitare episodi di degrado e di mancanza di rispetto nei confronti di chi apre le proprie porte". L’appello è dei rappresentanti del Carnevale storico del Piceno, ieri mattina riuniti ad Ascoli per la presentazione del cartellone congiunto dell’edizione 2020 della festa carnascialesca. Soprattutto degli amministratori di Offida e Castignano, cittadine che negli anni passati hanno purtroppo registrato episodi di inciviltà in occasione degli appuntamenti di Carnevale. "Offida – dice l’assessore al turismo, Cristina Capriotti – è pronta ad ospitare quante più persone possibili nel rispetto della tradizione, ma invito tutti a rispettare Offida".

LEGGI ANCHE Carnevale, ecco l'ordinanza del sindaco. Linea dura contro le bombolette

Proprio ad Offida, comunque, il Carnevale è già iniziato il 9 febbraio con la ‘Domenica degli amici’, e continuerà domani con la ‘Domenica dei parenti’: giornate nel corso delle quali davvero in molti raggiungono la cittadina per degustare i piatti tipici della tradizione carnascialesca in compagnia delle storiche congreghe. «Per la domenica degli amici – continua la Capriotti – abbiamo registrato migliaia di presenze e ci auguriamo una ricca e sana partecipazione a tutti gli altri appuntamenti". Che sono, tra i principali: venerdì, dalle 14, ‘Lu bov fint’, e martedì 25 febbraio, alle 19, in piazza del Popolo, l’accensione dei ‘Vlurd’. In più non mancheranno – come sottolinea Tonino Pierantozzi della pro loco di Offida – il sabato, la domenica e il lunedì di Carnevale i veglionissimi al teatro ‘Serpente Aureo’. Ad Acquasanta, invece, il clou della festa ci sarà sabato 22 febbraio quando, dalle 13, nelle piazze di Pozza e Umito, sarà di scena il corteo storico degli ‘Zann’ del Garrafo’. "Per l’occasione – dice l’assessore al turismo, Elisa Ionni – le persone che verranno potranno mangiare nelle strutture ricettive della zona. Vorrei, comunque, rilanciare l’idea di pensare ad un’edizione estiva del Carnevale dove i comuni di quello storico del Piceno possono incontrarsi".

D a Acquasanta a Castignano, anche l’assessore allo sport e alla cultura, Francesco Tomassini, chiede rispetto. "Negli ultimi anni abbiamo iniziato ad avere qualche problemino e dunque chiediamo a tutti un comportamento rispettoso". A Castignano il Carnevale è già entrato nel vivo e stasera, alle 22, alle grotte, si terrà il veglione in maschera. Giovedì grasso, invece, sarà la volta della ‘Pizza onta’, alle 17, in piazza Umberto I, mentre tra gli appuntamenti più belli c’è quello del martedì grasso (alle 19) con la processione storica ‘de li moccule’. "Se il capoluogo vuole svolgere il suo ruolo da un punto di vista turistico – conclude il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti – deve essere capace di proporre un’esperienza ampia come può essere quella che si offre con il Carnevale storico del Piceno".