Festival sui Sibillini
Festival sui Sibillini

Ascoli, 19 giugno 2019 - Dare nuova speranza ai luoghi colpiti dal sisma, e alle loro popolazioni, attraverso la cultura, per farli vivere, e alla promozione, per farli conoscere ed amare. Da ‘Risorgimarche’ a ‘MarcheInvita’, passando per il Festival dell’Appennino e ‘La montagna ritrovata’, per arrivare fino a ‘Marche Express 2’, progetto di turismo esperienziale organizzato da Confcommercio interamente dedicato ai luoghi del terremoto, fino a I teatri del sacro, che parte proprio oggi. Per quanto riguarda ‘Marche Express 2’, cinque in tutto saranno le tappe che vedranno all’opera 5 influencer nazionali accompagnati nei territori dai cosiddetti ‘local ambassadors’, ovvero ciceroni che guideranno alla scoperta delle Marche. Gli itinerari sono stati studiati per toccare tutte le aree del sisma: dal maceratese al 24 e 25 giugno ad Amandola e Force, fino al 15 e 16 luglio ad Ascoli, Offida, Castignano e Arquata. Insomma, un racconto delle Marche attraverso i maggiori social network, seguendo il tag #marcheesxpress2.

E ancora, il Festival dell’Appennino, realizzato insieme alla Fondazione Carisap nell’ambito delle misure di contrasto alle conseguenze del sisma. Il prossimo appuntamento è in programma venerdì, a Venarotta, con ‘Solstizio d’estate’ e prevede: escursione, concerto ‘Musica sotto la luna’ e il teatro in inglese ‘The spell and the oblivon’. Il 30 giugno, invece, il Festival farà tappa al lago di Pilato dove si potrà partecipare a un’escursione partendo da Foce e assistere al concerto di violoncello ‘Cecco D’Ascoli, poeta e astrologo’. Quindi il 6 luglio a Montemonaco, 12 luglio ad Acquasanta, 7 settembre a Palmiano, 22 settembre a Cervara, 28 settembre alla grotta del Petrienno. Info: www.festivaldellappennino.it.

Si chiama, invece, ‘La montagna ritrovata’ il festival di scena, dal 28 al 30 giugno e dal 5 al 7 luglio, a Rotella, sotto la direzione artistica di ‘Marca d’autore’. Sei in tutto gli appuntamenti, con il primo, la conversazione teatrale ‘Non di solo mare vive Ulisse’, di scena a Spiazzile, alle 21. Il festival, tra conversazioni teatrali e spettacoli itineranti, sarà poi: il 29 giugno a Castel di Croce, il 30 giugno a Rotella, il 5 luglio a Spiazzile, il 6 luglio a Montemisio, e il 7 luglio a Spiazzile con ‘Terra matta. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Infine inizia oggi nel capoluogo Piceno I Teatri del Sacro, festival diretto artisticamente da Fabrizio Fiaschini su iniziativa di Federgat. Dieci in tutto gli spettacoli, più uno legato al laboratorio di teatro sociale che, da domani a domenica, saranno di scena in città. Ad aprire il cartellone, oggi, alle 19.30, nella chiesa dei Ss. Vincenzo e Anastasio, è ‘Stabat Mater’, performance ispirata al precetto ‘consolare gli afflitti’. Di genere diverso è ‘82 pietre’, in scena in prima nazionale, domani, alle 18, al Ventidio Basso; segue, alle 20.30, a San Pietro in Castello, ‘Solitudo’: performance della compagnia ‘Le Sillabe’ che si concentra sulla figura del monaco. Sempre domani, ma alle 22, al Ventidio, Fabrizio Pugliese torna al Festival con il monologo ‘Acquasantissima’. Il festival, che il neo sindaco Marco Fioravanti inserisce tra quelle iniziative di interesse culturale in grado di rilanciare la città dopo il terremoto, ha in programma diversi altri eventi. Programma completo su www.iteatridelsacro.it