Ascoli, 14 aprile 2018 – “Ogni fritto un capriccio”. Sarà questo lo slogan per la 14esima edizione di “Fritto misto”. L’attesa manifestazione si terrà dal 21 aprile al primo maggio in piazza Arringo dove sorgerà il classico “ Palafritto” per raggruppare tutti gli stand. Cinquanta fritture diverse dall'Italia e dal mondo, chef, street food, convegni, laboratori, mercatini coi prodotti dei Sibillini terremotati.

Come ogni anno l’evento offre una panoramica completa sulla tradizione gastronomica italiana legata al fritto, dalla Sicilia, con arancine e cannoli, all’Emilia Romagna con lo gnocco fritto, dalla Puglia con il panzerotto alle Marche con le olive ascolane del Piceno dop, da Roma con il baccalà fritto, da Napoli con la sua pizza fritta alla cartoccio di pesce fritto che è tradizione diffusa di tutti le città di mare italiane, fino alle specialità ebraiche. Non mancheranno, ovviamente, i fritti internazionali con fish & chips, tacos, empanadas, involtini primavera, fajitas, così come sarà presente un altro punto di forza dell’evento, uno stand interamente dedicato al fritto senza glutine. E poi sarà possibile assaggiare la paranza sambenedettese. Protagoniste del gusto anche le immancabili olive ascolane dop.

"E' un'edizione importante perché al suo interno si celebrano quest'anno i 50 anni del Rosso Piceno, il riconoscimento del Consorzio di tutela dell'oliva ascolana del Piceno dop, del primo olio Igp delle Marche fra cui il mono varietale dell'oliva tenera ascolana" ha detto Anna Casini, vice presidente della Regione Marche e assessore all'agricoltura, ricordando anche il connubio cibo e cultura con la mostra su Cola dell'Amatrice presso la Pinacoteca di Ascoli. Chi acquisterà i ticket per gli assaggi di fritto avrà uno sconto per visitare i museali ascolani.
"Fritto Misto è una responsabilità che tutti devono cogliere, in particolare i commercianti della città che invito a tenere aperte le loro attività tutti i giorni della manifestazione anche all'ora di pranzo" ha aggiunto il sindaco Guido Castelli. Come nell'edizione 2017, anche quest'anno ci sarà uno stand in piazza del Popolo per i produttori delle zone terremotate dei Sibillini.
Partner dell’organizzazione, curata dal Tuber Communications e da Muoversi con Gusto, sono la Regione Marche, Assessorato all’Agricoltura, la Provincia di Ascoli Piceno, il Comune di Ascoli Piceno, la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, il Consorzio Tutela dei Vini Piceni, che quest’anno celebra il cinquantesimo anno dell’istituzione del Rosso Piceno, l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, la con il progetto Piceno Open.
Info e prenotazioni: Tuber Communications 0736.096812.