Il concerto dei La Rua (Foto La Bolognese)
Il concerto dei La Rua (Foto La Bolognese)

Ascoli, 11 agosto 2019 - Complice anche la temperatura decisamente sopra la media stagionale, l’edizione 2019 della notte bianca andata di scena ieri ha richiamato nel meraviglioso centro storico ascolano moltissime persone. Chi in cerca dell’affare grazie alle speciali promozioni effettuate dai commercianti, chi per ascoltare i ‘La Rua’, chi per viversi il cuore delle ‘cento torri’ approfittando di una serata ricca di iniziative e, soprattutto, dal gran movimento. La notte bianca, del resto, è un mix di tutto questo. E dunque, è impossibile rimanere a casa.

A fare la parte del leone sicuramente sono state le attività commerciali, food e non, che hanno avuto un gran da fare già dal pomeriggio. Molti negozianti, infatti, attraverso i social, hanno pubblicizzato l’inizio dei super sconti nel corso della giornata, e non solo ed esclusivamente dalla sera. Ciò ha spinto tante persone, soprattutto gli amanti dello shopping e degli affari, a viversi la notte bianca dalle ore precedenti all’inizio ufficiale.

Inizio che si è avuto intorno alle 19 con musica in filodiffusione in piazza del Popolo e in piazza Ventidio Basso, con quest’ultima location dedicata ai più giovani grazie al dj set a cura dell’ ‘Impero’ e l’esibizione live di alcune band.

Nel salotto cittadino, invece, l’atmosfera è stata inizialmente riscaldata dagli ‘Zigatrio’ a ritmo di pizziche, tarantelle, tammurriate e valzer, per poi infuocarsi con l’arrivo dei ‘La Rua’. Il gruppo formato da Daniele Incicco, William D’Angelo, Davide Fioravanti, Nacor Fischetti, Alessandro Charlie Mariani e Matteo Grandoni, dopo la tournée mondiale, l’uscita del nuovo disco ‘Nessuno segna da solo’ e l’esibizione sul palco del primo maggio a Roma, è tornato live per l’estate.

Tra le tappe della tournée anche la loro Ascoli alla quale hanno regalato due ore di pura energia. E mentre in piazza del Popolo si ballava e cantava, in piazza Arringo i più golosi hanno potuto degustare le inconfondibili olive ascolane e altre 16 piatti della tradizione locale grazie alla presenza di ‘Ascoliva Festival’. Il tutto senza particolari problemi di ordine pubblico nonostante il grande flusso di persone, e grazie al buon lavoro svolto da chi è preposto a fare i controlli.