Torna l'edizione più attesa della Quintana di Ascoli Piceno
Torna l'edizione più attesa della Quintana di Ascoli Piceno

Pesaro, 28 luglio 2021 - Sestieri all’erta: ad Ascoli torna la Quintana. Dopo il successo riscosso dalla giostra in notturna dello scorso 10 luglio, la prima nell’era post Covid (anche se la pandemia non è ancora stata arginata), la rievocazione ascolana torna per l’edizione più attesa, quella di agosto, dedicata al patrono Sant’Emidio. La città, domenica, si tufferà ancora una volta indietro nel tempo, con il corteo storico che muoverà i primi passi da piazza Ventidio Basso intorno alle 15, per arrivare un’ora dopo al campo dei giochi. Qui, i cavalieri dei sei sestieri ascolani si sfideranno per conquistare il Palio, ovvero il prestigioso drappo realizzato dall’artista piceno Emiliano Albani.

Giostra e corteo tra storia e leggenda

Il corteo storico, che solitamente, prima che l’emergenza Coronavirus sconvolgesse il mondo, era composto da oltre 1.500 figuranti, sarà più numeroso rispetto alla Quintana di luglio. A sfilare, infatti, saranno ottanta figuranti per ogni sestiere, oltre a quelli del gruppo comunale. Ad aprire il corteo ci saranno i dodici castelli vassalli della città, ognuno con quattro rappresentanti. In tutto, comunque, saranno circa 700 i partecipanti al corteo storico.

Un numero molto distante da quello abituale, ma che comunque contribuisce a riportare la Quintana in una situazione vicina alla normalità. Inoltre, torneranno ad impreziosire il corteo anche le sei dame, dopo che a luglio due sestieri rinunciarono alle ‘signore’ per schierare le coppie nobili.

Al campo dei giochi, ad assistere alla giostra vera e propria, ci saranno 980 spettatori, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid previste per gli spettacoli all’aperto, che limitano la capienza al 25 percento del totale. Ciò che era importante, comunque, dopo l’anno di pausa, visto che nel 2020 Ascoli dovette rinunciare ad entrambe le edizioni, era fare in modo che la Quintana ripartisse.

E, in tal senso, un grande lavoro è stato svolto sia dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Fioravanti, che dal consiglio degli anziani presieduto da Massimo Massetti. La Quintana di domenica sarà preceduta da un altro momento caratteristico. Si tratta del cerimoniale dell’offerta dei ceri, in programma sabato sera alle 20 a piazza Arringo. In tale occasione, i rappresentanti dei castelli e quelli dei sestieri doneranno dei palii e dei ceri a Sant’Emidio, come segnale di devozione e rispetto nei confronti del patrono, al quale è dedicata la Quintana di agosto.