Le cinque nobildonne scelte per la sfilata della Quintana di luglio (LaBolognese)
Le cinque nobildonne scelte per la sfilata della Quintana di luglio (LaBolognese)

Ascoli Piceno, 6 luglio 2019 - Si apre la settimana di attesa in vista della Quintana in notturna del prossimo 13 luglio. E il primo grande appuntamento è stata la presentazione del Palio (foto), avvenuta questa mattina in pinacoteca alla presenza del sindaco Marco Fioravanti e del presidente del consiglio degli anziani Massimo Massetti.

Nel drappo, realizzato dal 26enne ascolano Pierluigi Pavoni, campeggia la figura di Sant’Emidio, con la mano protesa sopra la città in segno di protezione. Sullo sfondo, il colle San Marco e sotto un cavaliere pronto ad assaltare il moro in uno spazio contornato da due statue di Cecco d'Ascoli, rappresentando un omaggio all'autore per il suo 750esimo anniversario della nascita. “Sono felice che a realizzare il Palio sia stato un giovane della nostra città – ha esordito Fioravanti -. Si tratta di un’opera molto bella e faccio i miei più sinceri complimenti all’autore. Entro nel mondo della Quintana in punti di piedi ma, come ho già avuto modo di dire ai capisestiere e ai consoli, ho tante idee per consentire alla nostra strepitosa rievocazione storica di crescere sempre di più. La forza della Quintana è quella di riunire tanti cuori intorno a un’unica passione e faremo il possibile per valorizzarla al massimo”.

Poi la parola è passata al giovane artista. “Sullo sfondo ho raffigurato un cielo temporalesco con uno spiraglio di luce rossa, che è un richiamo alle fiamme che hanno arso il poeta Cecco D’Ascoli – ha spiegato Pierluigi Pavoni -. Il motivo per cui ho deciso di rappresentare Sant’Emidio, invece, è sia per l'attaccamento della città al suo patrono, ma anche per gli avvenimenti passati che hanno sconvolto il centro Italia”. “Pavoni ha dipinto il palio con una tecnica molto raffinata che si lascia apprezzare soprattutto ad una visione ravvicinata del drappo – ha proseguito il professore Stefano Papetti, che non era presente ma ha affidato a una lettera il suo commento -. L’autore ha infatti condotto la pittura non usando il colore a corpo ma piuttosto attraverso una stesura fatta da sovrapposizioni di pennellate che definiscono le immagini con una grande eleganza pittorica”.

La mattinata si è poi conclusa con la presentazione delle cinque nobildonne che parteciperanno al corteo storico. La nobildonna del magnifico messere sarà Alessandra Cornacchia, mentre Alessia Piccioni è stata scelta per il ruolo di nobildonna del quartiere di Sancta Maria alle Vigne. Per il quartiere di Sancto Emidio, invece, la nobildonna sarà Laura Santo, mentre Laura Ferretti è la nobildonna del quartiere di Santo Jacobo. Infine, per il quartiere di Santo Venantio è stata scelta come nobildonna Giorgia Molini.