Quotidiano Nazionale logo
2 apr 2022

Adeguamento sismico, oltre 8 milioni per le scuole

Nel dettaglio gli interventi in programma per gli istituti superiori. Oltre al Capriotti lavori al liceo Leopardi e all’Ipsia Guastaferro

L’Itc ’Augusto Capriotti’
L’Itc ’Augusto Capriotti’
L’Itc ’Augusto Capriotti’

Ammontano ad oltre 8,7 milioni, i fondi che sono stati stanziati per interventi di adeguamento sismico e sistemazione delle palestre negli istituti superiori di San Benedetto. Oltre alla realizzazione di una nuova sede per l’educazione motoria all’Itc ‘Capriotti’, infatti, la provincia di Ascoli ha stabilito di effettuare almeno altre due opere sulle scuole della riviera, vale a dire al Liceo Classico ‘Leopardi’ e all’Ipsia ‘Guastaferro’. È quanto emerge dalla riunione settimanale tenutasi fra i tecnici di Palazzo San Filippo e i referenti comunali, che hanno discusso il tema approfonditamente, arrivando ad escludere il Liceo Scientifico ‘Rosetti’ dall’attuale programmazione. Le risorse in questione derivano dalla convergenza di due fondi differenti: quelli del Miur dedicati alle scuole e quelli del Sisma. Al Classico, nello specifico, sono stati destinati 2.275.000 euro, mentre all’Ipsia 2.431.000: in entrambi i casi, queste somme serviranno ad adeguare i plessi alle più recenti normative antisismiche. Ben 4 milioni invece sono già stati accantonati per l’Istituto Tecnico Commerciale, sia per la messa a norma della struttura, sia per la realizzazione di una palestra rialzata.

Gli uffici provinciali sono ora al lavoro per redigere i progetti esecutivi degli interventi, dopodiché si potrà procedere con l’appalto delle opere e l’apertura ufficiale dei cantieri, che salvo imprevisti dovrebbero partire entro l’anno. Per lo Scientifico, invece, attualmente non sono previsti lavori. Tuttavia, da Palazzo San Filippo giunge voce che i tecnici sarebbero in attesa di un nuovo bando ministeriale, che verrà emanato entro aprile, con il quale sarà finanziato un ulteriore lavoro di adeguamento anche alla scuola superiore di viale De Gasperi. Insomma, si arricchisce il menu di iniziative poste in essere dagli enti per rimettere in sesto i plessi scolastici della riviera. Vale la pena ricordare, infatti, che il comune ha già stanziato 770mila euro per il secondo lotto di ristrutturazione della scuola media Manzoni, 1,2 milioni per l’adeguamento sismico della scuola Caselli, 385mila euro per l’ampliamento della sezione infanzia della scuola Marchegiani, 620mila euro per il rifacimento della mensa alla scuola Caselli, 1,1 milioni per la mensa della scuola Curzi, oltre 2,6 milioni per la realizzazione di nuovi nidi alla scuola Alfortville e in via Togliatti, 3,1 milioni per la ristrutturazione della scuola Miscia e infine 165mila euro per la realizzazione di un campo da basket alla scuola Curzi. Opere che sarà possibile concretizzare, va detto, solo con l’ausilio dei fondi Pnrr. In caso contrario, l’unico altro metodo a disposizione del comune sarebbe l’accensione di nuovi mutui, ma tale scelta andrebbe ad oberare ulteriormente il già cospicuo monte rate a cadenza annuale.

Giuseppe Di Marco

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?