Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 mar 2022

Anziano investito da una bici A processo 37enne per lesioni

L’uomo passeggiava sul lungomare quando è stato travolto: finì in terapia intensiva

17 mar 2022

Di lesioni stradali gravi deve rispondere un 37enne di Monteprandone finito sotto processo davanti al giudice del tribunale di Ascoli Tiziana D’Ecclesia. Parliamo di un episodio avvenuto l’8 giugno del 2017 a San Benedetto. Un sambenedettese di 67 anni quel giorno era a passeggio lungo la pista ciclabile del lungomare. Stava transitando all’altezza del Lido balneare dell’Esercito (concessione n. 20) quando è stato investito da una bicicletta in sella alla quale c’era il 37enne M.M. Un impatto violentissimo, probabilmente dovuto anche alla velocità sostenuta. Il ciclista non è riuscito a frenare ed ha travolto il pedone a passeggio che fu soccorso da un’ambulanza del 118 e trasferito all’ospedale Madonna del Soccorso per le gravi conseguenze dell’incidente: l’anziano riportò infatti multipli focolai emorragici alla testa, diversi traumi, ferite, la frattura dello zigomo destro, la frattura della clavicola. Venne ricoverato in prognosi riservata. Sul luogo dell’incidente intervennero i carabinieri ai quali si presentò il ciclista. Riferì che l’anziano gli era spuntato da dietro una palma mentre lui in bici viaggiava in direzione Porto d’Ascoli e che, avendolo visto all’ultimo momento, non aveva fatto in tempo a frenare.

Nell’impatto con la parte anteriore della bicicletta, entrambi finirono a terra, ma l’anziano pedone ebbe la peggio per conseguenze alla salute molto gravi. Il giudice D’Ecclesia ha dichiarato aperto il processo a carico del ciclista difeso dall’avvocato Vecchiotti. Il magistrato ha disposto una perizia per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro e l’entità delle lesioni riportate dalla vittima ed ha per questo nominato due consulenti. Il pedone investito si è costituito parte civile, assistito dagli avvocati Umberto Gramenzi e Silvia Morganti.

Peppe Ercoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?