Gli automobilisti e gli autotrasportatori che escono dall’A14 per evitare le lunghe file causate dai cantieri, finiscono per interessare le località costiere dove alcune polizie locali mettono i semafori lampeggianti per facilitare il deflusso veicolare. A Cupra, secondo Cesare Carboni, commercialista ed ex assessore comunale di Grottammare, non è sempre così ed ha scritto una Pec al prefetto Carlo De Rogatis in cui, tra l’altro scrive: "Mentre i comuni di Grottammare e Pedaso disattivano correttamente i semafori, il comune di Cupra Marittima, che ne ha due, li tiene sistematicamente attivi generando file chilometriche di veicoli, forte inquinamento e inconvenienti ai cittadiniviaggiatori e all’economia del territorio. Le chiedo di intervenire tempestivamente per rimuovere il comportamento delle Autorità del suddetto Comune". Il comando della polizia locale afferma che i semafori vengono messi lampeggianti quando la fila si estende a nord fino al ristorante Anita e a sud fino all’area di servizio Beyfin. Disagi che, a ogni modo, dovrebbero cessare dopo il 15 giugno.