Avis Altidona, numeri positivi ma c’è tanto da fare

L'assemblea annuale della sezione comunale Avis Altidona ha evidenziato un bilancio positivo per il 2023, con un aumento dei donatori attivi e delle donazioni di sangue e plasma. Il presidente Smiriglia è stato riconfermato, ringraziando i donatori per il loro contributo.

Avis Altidona, numeri positivi ma c’è tanto da fare

Avis Altidona, numeri positivi ma c’è tanto da fare

Bilancio 2023 tutto al positivo per la sezione comunale Avis Altidona, che domenica si è riunita per la consueta assemblea annuale. Sono 170 i donatori attivi con un incremento rispetto all’anno precedente del 12%. 341 le donazioni censite (di cui 256 di sangue intero e 85 di plasma) con un aumento in percentuale del 4,3% di sangue e 44% di plasma rispetto al 2022. Traguardi soddisfacenti per l’associazione, raggiunti grazie al costante impegno di sensibilizzazione alla cultura del dono, resa concreta attraverso la partecipazione a manifestazioni svolte nel territorio della Valdaso, attività formativa, ludica e collaborativa con le scuole ed eventi mirati alla diffusione della conoscenza dell’associazione stessa. Per quanto concerne il direttivo Avis Altidona, all’unanimità è stato riconfermato il presidente Antonio Smiriglia, affiancato dalla vice Maura Attorresi. Riconfermato anche il resto del direttivo tranne l’avvicendamento tra il nuovo entrato Roberto Bianchini ed il consigliere uscente Isabella Cocci. "Sono onorato per la riconferma al ruolo di presidente – commenta Smiriglia –. Personalmente ringrazio il direttivo per il sostegno e la fiducia. A nome dell’Avis ringrazio tutti i donatori che con pieno senso di responsabilità donano sangue e plasma contribuendo al fabbisogno ematico del centro trasfusionale". Paola Pieragostini